Conti: “Primavera, sono curioso di ripartire”

L’ex capitano del Cagliari ha rilasciato una lunga intervista al sito del Cagliari, in vista dell’inizio del campionato della Primavera di Max Canzi.

Così Daniele Conti: “La scorsa stagione è stata importante sotto vari aspetti, oltre che di grande insegnamento, sia per i ragazzi che per noi dirigenti e staff: il campionato Primavera 1 è ricco di qualità, così come retrocessione e play-off sono formativi per i ragazzi, perché è un assaggio di calcio vero. Sono curioso di vedere come ripartiremo, aspettiamo sabato”.

Sulla Primavera di Max Canzi: “Abbiamo voluto mantenere l’ossatura della scorsa stagione, ma son saliti alcuni 2002 molto interessanti cui serve ancora capire cosa significhi il Primavera 1, così come i nuovi. Siamo contenti della rosa che abbiamo e che i più grandi stiano aiutando il resto del gruppo. Ciocci? È un prospetto importante come altri, ma il fatto che vada spesso in prima squadra lo aiuta nella sua crescita: è un ragazzo di grandi prospettive, ma bisogna lasciargli il tempo di sbagliare. Boccia e Carboni hanno avuto una grande crescita la scorsa stagione, Iovu e Zinfollino sono 2002 e devono capire il lavoro che porta avanti lo staff. La soddisfazione è stato anche veder crescere Ladinetti e Lombardi, così come Kanyamuna che, va ricordato, è del 2002 e ha già esperienza in Primavera dimostrando che è un prospetto su cui puntare. Riccardo sarà il nostro capitano, Alessandro è migliorato in qualità e personalità. In avanti abbiamo Gagliano, fondamentale per noi, come Contini e Manca: il campionato ci dirà qual è il loro valore”. 

Sul campionato: “Ci sono sicuramente squadre più attrezzate di noi, ma già lo scorso anno i ragazzi hanno dimostrato di avere fame e grinta, in grado di sopperire al maggior bagaglio tecnico degli avversari. Avere più fuoriquota alzerà ancora di più il livello del campionato, ma siamo contenti della nostra rosa. Io, personalmente, sento di dover ancora imparare tanto: un conto è fare il calciatore, altro il dirigente. Cambia tutto, ma anche eventuali errori, se compiuti per un eccesso di passione, servono a migliorare”. 

Sponsorizzati