SE FOSSI IL DS | Da Masina a Tavares, i nomi per l’out sinistro

In questi giorni di ferie estive che precedono l’inizio della nuova stagione del Cagliari, previsto per il pomeriggio del prossimo 18 agosto, abbiamo pensato di proporre una nuova rubrica, a metà tra il serio e il faceto, con una lista di possibili acquisti per i ruoli dove i rossoblù sono scoperti, alla luce di cessioni o contratti in scadenza.

Iniziamo con un ruolo cardine nel 4-3-3 di Eusebio Di Francesco: il terzino sinistro. Per la ricerca statistica abbiamo usato TransferMarkt (e SalarySport.com per gli stipendi), mentre come criteri abbiamo impostato un valore massimo (6 milioni di euro), passaporto comunitario e un’età compresa tra i 19 e i 27 anni. Questi sono i nomi che, a nostro più che sindacabile giudizio, ci sono sembrati i più adatti.

La soluzione italiana: Masina e Petretta

ADAM MASINA (🇮🇹, 1994) – Watford
Valore TM: 5,50 mln (stipendio 1,6 mln)
Scadenza: 2023
Procuratore: Riccardo Calleri
Altezza: 1,91 m
6 presenze in U21
Watford: 48 presenze, 1 gol, 3 assist
Bologna: 131 presenze, 4 gol, 7 assist
Vivaio: Bologna

Il primo nome che vi proponiamo è quello dell’italomarocchino di proprietà del Watford della famiglia Pozzo, incredibilmente retrocesso in Championship nonostante una rosa di tutto rispetto, ricca di elementi che hanno calcato i campi della Serie A italiana come Deulofeu, Pereyra, Pussetto e le meteore Chalobah e Penaranda. Masina ha dovuto lottare con l’ex Roma Holebas per guadagnarsi il posto da titolare, ma alla fine ha avuto la meglio. Duttile (ha giocato sia da terzino destro, da difensore centrale e da esterno di centrocampo), con una grande esperienza nel campionato italiano, il 26enne ha tutto per poter essere un ottimo acquisto, ovviamente puntando sulla retrocessione tra i cadetti per abbassare il prezzo, dato che il suo contratto con i londinesi scade tra ben tre anni.

_____________________________________________________________

RAOUL PETRETTA (🇮🇹🇨🇭, 1997) – Basilea
Valore TM: 1,60 mln
Scadenza: 2022
Senza procuratore
Altezza: 1,76 m
1 presenza in U21 italiana
Basilea: 101 presenze, 4 gol, 7 assist
22 presenze, 1 gol e 4 assist nelle coppe europee
Vivaio: Basilea

Quotazione non esagerata, esperienza europea di ottimo livello per un 23enne e, soprattutto, di doppia nazionalità. Il nome di Petretta potrebbe suonare sconosciuto ai più, ma si tratta di uno dei terzini mancini più interessanti del panorama europeo. Nato calcisticamente nel vivaio del Basilea, ha nel suo curriculum anche una presenza nell’Under 21 italiana, allora allenata da Gigi Di Biagio (contro il Portogallo): anche lui, come Masina, si è disimpegnato da esterno di centrocampo (sia a 4 che a 5), ma il suo ruolo è di terzino fluidificante nella difesa a 4, con grandi propensioni offensive. A Cagliari non troverebbe l’Europa, ma certamente un campionato più competitivo della Super League svizzera, magari mettendosi nuovamente in mostra in chiave azzurra.

_____________________________________________________________

Gli esperti: Barisic, Uronen, Rodrigues e Gavory

BORNA BARISIC (🇭🇷, 1992) – Glasgow Rangers
Valore TM: 4 mln (stipendio 860k)
Scadenza: 2024
Procuratore: Argentum
Altezza: 1,86 m
12 presenze e 1 gol in nazionale
Rangers: 65 presenze, 3 gol, 20 assist
Osijek: 124 presenze, 8 gol, 22 assist
27 presenze nelle coppe europee
Vivaio: Dinamo Zagabria

È il più “anziano” dei nomi proposti, ma forse quello più ambito sul mercato italiano, con Napoli e Roma che hanno provato più volte a strapparlo agli scozzesi allenati da Steven Gerrard. Il profilo di Barisic è del classico terzino di spinta, affidabile anche in marcatura, con una buona predisposizione all’assist, senza dimenticare la buona esperienza a livello europeo, tra Croazia e club. Ha ancora due anni di contratto con i blu di Glasgow ma, come nel caso di Petretta, la scarsa competitività della lega scozzese potrebbe essere un buon motivo per cambiare aria.

_____________________________________________________________

JERE URONEN (🇫🇮, 1994) – RC Genk
Valore TM: 2,80 mln (stipendio 520k)
Scadenza: 2022
Procuratori: SEG (Gosens, DeRoon, Depay)
Altezza: 1,77 m
40 presenze in nazionale, 1 rete
Genk: 146 presenze, 5 gol, 13 assist
Helsingborgs: 90 presenze, 6 gol, 13 assist
Coppe europee: 40 presenze, 2 gol, 2 assist
Vivaio: Turun

Pilastro della Finlandia e del Genk, Uronen potrebbe essere per esperienza, quotazione e interpretazione del ruolo uno dei più pronti per lo sbarco nel campionato italiano. Soprattutto perché la squadra belga ha da poco acquistato il messicano Gerardo Arteaga (1998) dal Santos Laguna, sborsando oltre 3,5 milioni di euro per il suo acquisto. In passato nel mirino di club della Premier League (Arsenal, Newcastle, Stoke City), potrebbe lasciare il Belgio dopo quattro stagioni di ottimo livello: la propensione all’assist ne fa un profilo interessante, così come il rapporto qualità prezzo tra valore e ingaggio, insieme ai suoi 26 anni di età che lo rendono ancora giovane per esplodere, ma sufficientemente maturo per ambientarsi in fretta.

_____________________________________________________________

KÉVIN RODRIGUES (🇵🇹🇫🇷, 1994) – Real Sociedad
Valore TM: 2,40 mln (stipendio 575k)
Scadenza: 2022
Procuratore: BC Football Agency
Altezza: 1,70 m
3 presenze in nazionale, 5 in U21
Leganés: 27 presenze, 1 gol, 2 assist
Real Sociedad: 32 presenze, 1 gol, 2 assist
Real Sociedad B: 56 presenze, 6 gol, 6 assist
Vivaio: Tolosa

Nato a Bayonne, nella provincia basca francese del Labourd (come Didier Deschamps), Rodrigues si è affermato con la maglia della Real Sociedad, cui ancora appartiene il cartellino ed è reduce da una buona annata personale al Leganés, alternando gare da terzino e da esterno d’attacco nel modulo cangiante scelto dal tecnico Aguirre. Con la maglia dei baschi però ha sempre giocato sull’out difensivo in un reparto a 4, ma la duttilità potrebbe essere un elemento a suo favore anche in funzione del 4-3-3 tanto caro a Di Francesco.

_____________________________________________________________

NICOLAS GAVORY (🇫🇷, 1995) – Standard Liegi
Valore TM: 2,80 mln (stipendio 460k)
Scadenza: 2023
Procuratore: G&M associes
Altezza: 1,83 m
Standard Liegi: 37 presenze, 3 assist
Utrecht: 38 presenze, 1 gol, 6 assist
Clermont: 35 presenze, 1 gol, 12 assist
Vivaio: Auxerre

Tre squadre cambiate in altrettanti anni, ma con un bel numero di assist e diverse pretendenti (tra cui anche la Fiorentina, oltre Ajax, Friburgo e Newcastle): allo Standard Liegi, dove ha trovato gli ex rossoblù Cop e M’Poku, oltre allo storico obiettivo Avenatti, si è subito impadronito della fascia sinistra nel 4-2-3-1 di Preud’Homme, lasciando poco più che le briciole a Miangue, che il Cagliari ha recentemente ceduto in prestito all’Eupen. Buona corsa, fisico compatto, il francesino sarebbe un buon acquisto di prospettiva (ha 25 anni compiuti) e a cifre contenute.

_____________________________________________________________

Giovani e outsiders: Garcia, Ouwejan e Nuno Tavares

ULISSES GARCIA (🇨🇭🇵🇹, 1996) – Young Boys
Valore TM: 2 mln
Scadenza: 2022
Altezza: 1,83 m
17 presenze e 1 gol in U21
Young Boys: 67 presenze, 5 gol, 13 assist
Werder Brema: 23 presenze, 1 assist
Norimberga: 2 presenze
Vivaio: Grassopphers

Doppio passaporto come tanti elvetici, una carriera passata tra Svizzera e Germania (senza troppa fortuna, in verità) e una continuità di rendimento trovata negli ultimi due anni, passati alle dipendenze di Gerardo Seoane allo Young Boys di Berna. Dotato di un gran fisico e di senso dell’anticipo, Garcia ama proporsi in avanti e i numeri sono dalla sua parte, grazie anche a una buona tecnica di base e facilità di corsa. A soli 24 anni meriterebbe una nuova chance in un campionato di alto livello come quello italiano, dove in passato avrebbe potuto arrivare dato che era stato seguito a lungo da Milan e, soprattutto, Fiorentina.

_____________________________________________________________

THOMAS OUWEJAN (🇳🇱, 1996) – Az Alkmaar
Valore TM: 2,40 mln (stipendio 115k)
Scadenza: 2022
Procuratore: Forza Sports (Schöne, Bolingoli)
Altezza: 1,78 m
12 presenze in U21
AZ Alkmaar: 110 presenze, 3 gol, 14 assist
10 presenze e 1 gol in coppe europee
Vivaio: AZ Alkmaar

Finora ha vestito soltanto una maglia, quella dell’AZ Alkmaar (dove si costruì una carriera Graziano Pellè), inframezzata soltanto dalle presenze con gli Orange. Nell’ultima stagione ha giocato poco (complice il cambio di allenatore), ma in quelle precedenti si era segnalato per assist e corsa, con il tecnico Van der Brom in panchina, tanto da finire nel mirino di Torino e Sampdoria. Sinistro potente, tecnica olandese e capacità di fare tutta la fascia, Ouwejan potrebbe essere il classico colpo low-cost in un mercato dove di denaro potrebbe circolarne ben poco.

_____________________________________________________________

NUNO TAVARES (🇵🇹, 2000) – Benfica
Valore TM: 4,50 mln (stipendio 230k)
Scadenza: 2024
Procuratori: Prodigy Players
Altezza: 1,84m
2 presenze in U21, 11 in U19
Benfica: 16 presenze, 1 gol, 4 assist
Benfica B: 19 presenze, 4 assist
Vivaio: Benfica

L’ultimo nome che proponiamo è anche il più giovane del lotto, ma pure il più promettente. Prodotto del florido (a dir poco) vivaio del Benfica, il classe 2000 è uno dei migliori prospetti del calcio lusitano. Grande fisico, è dotato di un mancino potente e preciso, insieme a una tecnica di base più che discreta: è l’unico caso, in questa lista, in cui l’unica formula di trasferimento possibile sarebbe il prestito secco, sulla falsariga di quanto visto nell’ultimo anno e mezzo con Luca Pellegrini. Ma, viste le doti di Tavares, ne varrebbe assolutamente la pena.

Francesco Aresu

AL BAR DELLO SPORT

guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
nando
nando
14/08/2020 11:03

io avrei preso lukaku della Lazio al volo

Anto Nello
Anto Nello
In risposta a  nando
14/08/2020 16:19

Sorta di bidone dell’umido 😂

Ciccio
Ciccio
14/08/2020 10:06

Date uno sguardo a raul de thomas de l’espanyol che è appena retrocesso

Sant'Efisio
Sant'Efisio
14/08/2020 09:15

Su una cosa mi trovo in linea in questo articolo in quanto si distacca dalla fantasia e immaginazione della maggioranza dei tifosi che scrivono qui. Sono quasi tutti abbastanza giovani e di bassissimo costo.. con un bilancio in rosso è l’unica alternativa di azione a parte vendere.
Comunque inizierei tenendomi Pajac..
Anno transitorio questo. Salvezza dignitosa senza illudere le masse come ogni anno.

nando
nando
In risposta a  Sant'Efisio
14/08/2020 11:02

anche a me piaceva pajac però ho visto tutti gli allenatori che ha avuto a Genova praticamente non l’ha fatto giocare nessuno. un motivo ci sarà. vada che un allenatore può sbagliare e non vedere colpevolmente un giocatore tipo maran, ma con tutti gli allenatori che passano da quelle parti….

Casteddu Matt
Casteddu Matt
In risposta a  Sant'Efisio
14/08/2020 13:54

Che tifoso sei?

Sant'Efisio
Sant'Efisio
In risposta a  Casteddu Matt
14/08/2020 18:02

Datato e soprattutto consapevole della realtà.
Tu invece credo sia un giovanissimo con poco vissuto e capisco che alla tua età sognare l’inverosimile è facile come bere un bicchiere d’acqua.
Contento tu!

Casteddu Matt
Casteddu Matt
In risposta a  Sant'Efisio
14/08/2020 18:43

Si chiama sperare nella tua squadra! Se il massimo a cui ambisci è la salvezza devi essere un tifoso molto ambizioso eh🤣🤣

Sant'Efisio
Sant'Efisio
In risposta a  Casteddu Matt
14/08/2020 19:13

Sono un tifosissimo sardo che ragiona con la propria testa dopo oltre 40 anni di passione per i miei colori. Sperare ci sta ma con consapevolezza, pazienza e tanta umiltà..
L’ambizione senza fondamento e cognizione di causa non ha senso..
Imparerai crescendo.. senza presunzione da parte mia.
Ciao

federicalfre
federicalfre
In risposta a  Sant'Efisio
15/08/2020 00:45

1) Dunque Lei sono 40 anni che tifa Cagliari, mi pare di capire quindi non abbia avuto modo di vivere in prima persona la meravigliosa conquista dello scudetto da parte del Cagliari 50 anni fa. Io invece ho avuto la fortuna di vivere questa emozione, che non dimenticherò mai per quanto campo, di persona seduto ogni Santa domenica sulle tavole di legno (proprio legno sa) della curva Est allo stadio Amsicora. (segue)

Last edited 3 mesi fa by federicalfre
federicalfre
federicalfre
In risposta a  Sant'Efisio
15/08/2020 00:48

2) Ho quasi 70 anni tifo Cagliari da quasi 60 e senza avere la presunzione di voler dare lezioni a chicchessia, mi lasci però dire che se allora si fosse ragionato come ragiona lei oggi quello scudetto non lo avremmo vinto mai, forse chissà visto solo con il binocolo. Se ci si vuole migliorare è necessaria l’ambizione, e questa non è misurabile come vorrebbe lei con il bilancino perché così si esalta solo la mediocrità, giusto quello che stiamo vivendo da parecchi anni. Buonanotte

Last edited 3 mesi fa by federicalfre
Sant'Efisio
Sant'Efisio
In risposta a  federicalfre
15/08/2020 09:25

Paragone indecente mi perdoni… Arrica costruì la squadra pazientemente senza proclami e con studiata programmazione.
Lo scudetto fu il raggiungimento di un lavoro umile e organizzato.
Esattamente quanto espongo io.. pianificazione lavoro e profilo basso..
Lei è un tifoso sognatore però poco oggettivo ma ha comunque la mia simpatia.
..si figuri ognuno è libero di credere a ciò che vuole.
Senza presunzione.. non si faccia abbindolare dai giornalai..
Buona giornata

Andrea
Andrea
14/08/2020 01:59

Se no rimani un Sassuolo qualsiasi, non domani ☺️

Andrea
Andrea
14/08/2020 01:58

Io prenderei gente del valore di minimo 20 milioni. In pratica prendere giocatori che fanno la differenza, come è il costo dei vari Nandez, Rog e Simeone. Tutta la squadra deve avere in partenza minimo questo valore. Poi ci sarà gente che varrà di più. Minimo tutti i ruoli devono essere coperti da giocatori con quel valore. Solo così si fanno le grandi squadre. Se no domani un Sassuolo qualsiasi.

Mao
Mao
In risposta a  Andrea
14/08/2020 13:37

Cosi’ faremmo la fine del parma di tanzi e del milan di mr Li’: fallimento