agenzia-garau-centotrentuno
joao pedro-cagliari-spezia-sanna

Di strappi, richieste e volontà: il rinnovo di Joao Pedro con il Cagliari

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Cagliari e Joao Pedro, un binomio che ormai sembra assodato ma che sarebbe errato dare per scontato. Da tempo il tema del rinnovo balla tra le parti e influisce sul morale e sul destino del calciatore brasiliano. Che al momento è capitano e giocatore simbolo dei rossoblù di Semplici.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

L’ultimo rinnovo
L’ultima volta che Joao Pedro mise nero su bianco un prolungamento di contratto con il Cagliari era il novembre del 2019. Firma fino al 2023. In quel momento il brasiliano arrivava dalla solita estate dove radio-mercato lo aveva prima allontanato e poi riavvicinato ai rossoblù. Inoltre doveva riscattare una stagione da sole 7 reti in 34 presenze e con tante ombre a livello di prestazioni. Quel campionato 19-20 JP10 lo aveva iniziato molto bene, con 5 reti in 11 presenze fino al momento del rinnovo. Ma sicuramente né lui né il Cagliari si sarebbero aspettati le 18 marcature di fine stagione. Record personale. Vena realizzativa poi confermata l’anno scorso con 16 centri. Il numero 10 di Ipatinga è diventato il brasiliano più prolifico d’Europa negli ultimi tre anni e dopo aver rinunciato quest’estate a un’offerta monstre dall’Atlanta in MLS (3,5 milioni a stagione) ora vuole allungare il suo contratto con i rossoblù con un adeguamento.

Contesto
I dialoghi tra l’entourage del calciatore e il club iniziarono già al termine della stagione da 18 reti. Prima un’estate con l’orecchio sul calciomercato e poi il pensiero a una nuova firma e a un nuovo stipendio. Chiacchiere interrotte però tra l’inverno e la primavera scorsa a causa della difficile situazione in classifica dei sardi con Di Francesco, prima della rincorsa salvezza con Semplici in panchina. A fine campionato e con la permanenza in massima serie in tasca i contatti tra l’agente del giocatore, Marco Piccioli, e il club di via Mameli sono ripresi. Parti però che da subito si sono trovate molto distanti nelle richieste. Con il mercato che ha fatto registrare anche un interessamento del Milan prima dell’offerta dell’Atlanta. E anche per questo si è arrivati a uno strappo, con lo stesso Capozucca che ha confessato in un’intervista a l’Unione Sarda che: “Io ho fatto da mediatore nel rinnovo per Joao Pedro, c’è stato qualche problemino ma ora le parti si sono avvicinate nuovamente. La volontà di Joao è quella di essere felice a Cagliari, anche contrattualmente”. Tradotto: da tempo il brasiliano vorrebbe vedere rialzato il suo ingaggio verso i 2 milioni, a salire, a stagione. Anche perché la situazione Godin, con le parti che lavorano per spalmare il ricco contratto del Faraone in due anni, e l’arrivo di Keita, con un ingaggio importante, possono creare dei malumori se paragoniamo il monte ingaggi dei singoli alle attuali prestazioni sul campo. Ora però le parti sono a lavoro per trovare un nuovo accordo e, salvo nuovi imprevisti, l’autunno del 2021 dovrebbe essere quello del definitivo prolungamento in rossoblù per Joao Pedro.

Roberto Pinna

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti