agenzia-garau-centotrentuno
dinamo-sassari-welcome day

Dinamo al completo: cosa aspettarsi dai ragazzi di Cavina

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Mancava solo un ritorno in campo per completare il quadro della Dinamo Sassari, quello di Jason Burnell. L’ala americana, confermata dopo la scorsa stagione, si è unita lunedì agli allenamenti del PalaSerradimigni, nonostante una stagione iniziata in anticipo con la partecipazione alla Summer League NBA di Las Vegas con la maglia dei Denver Nuggets.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Con il roster a piena disposizione, solo Diop lavora a parte per recuperare dall’infortunio, può definitivamente partire la stagione. Un nuovo corso in cui la Dinamo si appresta a ritrovare anche un altro protagonista delle sue gare: quel pubblico che manca ormai da un anno e mezzo sugli spalti e che potrà tornare già oggi in piazzale Segni per il primo allenamento a porte aperte.

Equilibrio tra novità e conferme

Sette conferme e sei novità in un roster che è stato costruito con l’intenzione di dare al nuovo coach Demis Cavina una squadra che potesse affrontare con energia e atletismo tre competizioni differenti, tra Supercoppa, campionato e Basketball Champions League, più un’eventuale Coppa Italia da conquistare nel girone d’andata della LBA. Già dall’asse play-pivot sarà una Dinamo differente, con Clemmons e Mekowulu che dovranno costruire un’intesa basata su ritmi diversi rispetto a quella vista nelle ultime due stagioni tra Marco Spissu e Miro Bilan. In quintetto Gentile, Bendzius e Burnell saranno il collante necessario con il passato, con l’americano che dovrà alzare il livello del suo impatto sul gioco, soprattutto in attacco, se vorrà lasciare il segno in questa stagione che potrebbe risultare cruciale per il suo futuro. Logan sarà la sicurezza dalla panchina, Battle la possibile sorpresa, Treier il giovane che dovrà dimostrare di essere maturato, con Diop che invece dovrà rimediare dall’infortunio prima di poter dimostrare di essere diventato un giocatore da massima serie. Capitan Devecchi, Chessa, Gandini le radici nell’esperienza, con il nuovo arrivato Borra che invece proverà a giocarsi le sue carte per ritagliarsi qualche minuto. Un gruppo nuovo ma con tasselli fondamentali già noti, un mix che potrebbe agevolare l’amalgama di un gruppo più giovane e sulla carta votato all’intensità su entrambi i lati del campo.

Inizia la pre-season

La pre-season sarà in grado di dare solo le primissime risposte. Il torneo internazionale City of Cagliari, giunto alla sua undicesima edizione ed in programma per venerdì 27 e sabato 28 agosto, è il primo banco di prova. Uno step necessario per mettere in moto diversamente gambe e idee sul parquet, con l’impatto del basket giocato che frutterà qualche errore in più necessario anche a capire cosa cambiare e come nei giorni che precedono gli esordi ufficiali. Il Bayern Monaco di Andrea Trinchieri sarà il primo avversario dell’annata, per affrontare poi la vincente o la perdente dello scontro tra Baskonia e Napoli, una delle neopromosse della LBA. La Dinamo potrà sfruttare i giorni di lavoro in più effettuati rispetto alle altre squadre, ma si troverà subito di fronte una squadra che ha fatto benissimo nella scorsa Euroleague. Tuttavia, i tifosi sassaresi avranno la possibilità di vedere prima di altri la nuova squadra all’opera: alle 17:30 le porte del PalaSerradimigni si apriranno al pubblico e la gradinata D sarà riempita pur nel rispetto delle normative anti Covid. Un primo passo verso la normalità e verso una stagione che ormai è sempre più prossima all’inizio.

Matteo Cardia

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti