agenzia-garau-centotrentuno
Stefano Gentile esulta con i compagni nella sfida con Treviso ! Foto Luigi Canu

Dinamo non ti distrarre, domenica arriva Brescia per l’ultima del 2020

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Serviva una vittoria ed è arrivata: la Dinamo Sassari batte la Vanoli Cremona 95-75 e stabilizza la sua posizione in zona playoff. Le sconfitte contro i danesi del Bakken Bears e l’Olimpia Milano sembravano aver lasciato qualche strascico in casa sassarese, per questo motivo una vittoria, peraltro convincente come quella di ieri a Cremona assume una grande importanza. Ora si torna al Palaserradimigni per l’ultima partita del 2020 contro la Germani Brescia. Non sarà una passeggiata di salute contro gli uomini guidati da coach Maurizio Buscaglia, da poco subentrato a Vincenzo Esposito, ma l’imperativo resta uno solo: portare a casa un’altra vittoria.

bianchi-immobiliare-centotrentuno
eyesportshop-linea-4-mori-centotrentuno

Come sta coach Pozzecco? – Quando si parla di coach Gianmarco Pozzecco c’è sempre qualche “stranezza” da raccontare. Ieri, tuttavia, si è passati dall’incredulità, provocata dal non vederlo rientrare dagli spogliatoi dopo la pausa lunga, al timore generato dal diffondersi della notizia del malore che lo avrebbe colto fra primo e secondo tempo. Ci penserà il suo assistente Edoardo Casalone, che ha assunto la guida tecnica per il resto della partita, a tranquillizzare tutti nelle dichiarazioni di fine gara affermando che le condizioni di salute del coach sono sotto controllo e che si è trattato solo di un lieve disturbo. Sia come sia, auguriamo al Poz di essersi completamente ristabilito e di poter guidare serenamente la partita di domenica.

Tillman ai saluti? – Si, le voci su Justin Tillman non si placano. Presentato come uno dei pezzi forti del mercato in entrata del Banco, l’ala grande statunitense fra i problemi familiari e gli infortuni non è ancora riuscito a mostrare il suo vero valore. Ieri alla fine ha sfoderato una prestazione più che sufficiente, condita da 14 punti e 6 rimbalzi. Rimarcando queste statistiche dopo la partita il suo agente, Bryce Carpenter, ha usato parole al vetriolo contro la società e definito quella con la Vanoli “l’ultima partita” di Tillman in maglia sassarese. È giusto, tuttavia, contestualizzare e dare i giusti meriti ai compagni che lo hanno messo in ritmo quando la difesa di Cremona stava pesantemente sbandando. Carpenter ha criticato lo scarso impiego del suo assistito e sottolineato che quando viene schierato sul parquet fornisce sempre prestazioni convincenti. Ci permettiamo di dissentire e, allo stesso tempo, ci prendiamo anche la libertà di affermare che potrebbe non essere colpa di nessuno: le aspettative erano sicuramente elevate, ma la congiuntura – la morte dei genitori di Tillman e gli infortuni – è stata altrettanto sfortunata. Un giocatore con quelle caratteristiche, peraltro, se non è a posto fisicamente è sicuramente di scarsa utilità a una squadra che vuole dominare nel pitturato. Se quella di ieri è stata l’ultima partita dell’ala Usa in maglia sassarese, la sua esperienza si potrà riassumere tutta in quella schiacciata tentata al Palazzetto Mario Radi: un gesto atletico di grande prepotenza atletica in cui però si è sbagliato nel momento decisivo.

Testa alla partita con Brescia – Non ci sarà tempo di assaggiare il panettone (anche se noi si preferisce il pandoro) che si dovrà tornare sul parquet per la partita delle 12 di domenica 27 dicembre. L’avversario è la Germani Brescia di coach Buscaglia che vuole risollevarsi dopo un pessimo inizio di stagione. I lombardi venivano indicati, proprio insieme alla Dinamo, come potenziale quarta o quinta forza del campionato e, in effetti, il roster a disposizione è di tutto rispetto. Dalla cabina di regia affidata all’esperienza di Luca Vitali, al talento di Drew Crawford; da una vecchia volpe come David Moss all’atletismo di Burns: a Brescia le armi non mancano e servirà un’altra prestazione importante della difesa del Banco per portare a casa la vittoria. Infine, la visita della Germani sarà una nuova occasione per salutare Brian Sacchetti, uno degli ex più amati del pubblico sassarese.

Lello Stelletti

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti