agenzia-garau-centotrentuno
katic-dinamo-sassari-pozzecco-canu

Dinamo-Pozzecco, separazione inevitabile: ora sarà rivoluzione

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Tanto tuonò che piovve. Tramite una nota stampa la Dinamo Sassari ha ufficializzato la conclusione del rapporto con Gianmarco Pozzecco annunciando una rescissione consensuale.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Divorzio inevitabile

Il contratto in scadenza a giugno 2022 è stato concluso prima del tempo, quasi un anno dopo quella che sembrava la rottura del rapporto tra il coach e il presidente Stefano Sardara a giugno 2020: in quell’inizio estate si andò vicinissimi al divorzio con tanto di conferenza stampa organizzata qualche ora dopo la diffusione della notizia per annunciare la prosecuzione del matrimonio. Ora la separazione è definitiva: ognuno per la propria strada, con gli stringati ringraziamenti in casa biancoblù e una sola frase di saluto di Pozzecco: “Voglio ringraziarvi, grazie a tutti. Per sempre uno di voi“. Un’unica frase che ha seguito però la conferenza di Gara 5 del Taliercio con parole che sapevano già di addio e quella frase in dialetto in chiusura per accomiatarsi: “Famiglia bona, donu de chelu”. Ora si aprirà un nuovo ciclo con Demis Cavina strafavorito per la panchina: per l’attuale coach di Torino si tratterebbe di un ritorno dopo il biennio 2007/2009 al Pala Serradimigni, che ha preceduto l’era Meo Sacchetti. L’impressione è che la società aspetti solo la conclusione dei playoff della “sorellina” Reale Mutua in Serie A2 per ufficializzare il tecnico, con conseguente riposizionamento degli assistant coach tra Casalone-Gerosa e l’attuale vice a Torino Iacozza, in passato visto sulla panchina della Cagliari Academy.

Arrivederci Sassari

Sarà un nuovo ciclo anche per quanto riguarda i giocatori, con la pattuglia croata che non rimarrà in Sardegna. Chi ha già salutato è Miro Bilan, tramite  un messaggio della moglie Nevena su un post Instagram: “Sassari, non voglio dirti addio ma arrivederci. Grazie a tutti che mi hanno aiutato a sentirmi sempre come una di voi, a sentirmi a casa. Ti amo Sardegna”. Parole inequivocabili quelle di Nevena Bilan; per il centro non mancano le offerte, la voce su Venezia circola da giorni ma è più probabile una destinazione estera. Stesso destino per gli altri due connazionali Filip Kruslin e Toni Katic, mentre dalla Spagna raffreddano l’ipotesi Baskonia per Marco Spissu. “Per ora non c’è niente da Spissu e il Baskonia”– le parole del quotato giornalista Chema de Lucas anche se sul playmaker numero 0 non mancano gli apprezzamenti in Europa.  Stefano Gentile ha un accordo fino al 2023 e, a meno di scossoni, potrebbe continuare a Sassari. Da chiarire anche le posizioni di Bendzius e Burnell: il lituano ha un biennale con possibilità però di esercitare l’uscita, mentre l’ex Cantù aveva firmato un accordo di un solo anno. Da sciogliere anche il nodo Happ, convincente nelle ultime uscite playoff: con la partenza di Bilan, il centro americano (se sarà nelle sue volontà) potrebbe essere il lungo titolare della prossima Dinamo che dovrebbe riaccogliere tra le sue fila Diop dopo il prestito a Torino, nonostante questo si sia già dichiarato eleggibile per il Draft NBA. Da valutare poi la posizione dello sfortunato serbo Vasa Pusica messo KO dalla rottura del legamento rimediata in Champions League contro Tenerife.

Matteo Porcu

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti