agenzia-garau-centotrentuno
cavina-torino-dinamo sassari

Dinamo Sassari, dopo 12 anni sarà Cavina-bis

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sono passati 12 anni dall’esperienza di Demis Cavina in Sardegna alla Dinamo Sassari sulla panchina del Pala Serradimigni che, a meno di clamorosi colpi di scena, occuperà per la prossima stagione.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

L’attuale coach della Reale Mutua Torino è il candidato numero uno (se non l’unico) per succedere al regno di Gianmarco Pozzecco, salutato nelle scorse ore dalla società biancoblù. La squadra del presidente Stefano Sardara potrebbe ripartire proprio da lui, un coach che all’età di appena 35 anni aveva fatto bene nell’isola. Con Cavina in panchina il Banco di Sardegna dell’allora presidente Luciano Mele aveva sfiorato la promozione diretta in A2 e perso la finale con la Vanoli Soresina per salire nel massimo campionato. Al termine di quell’ultima stagione arrivò la separazione seguita dalla chiamata di Meo Sacchetti che avrebbe poi fatto la storia per la Dinamo. Da allora un lungo pellegrinare per le panchine in Serie A2 tra Udine, Veroli, Scafati, Napoli, Derhona e infine Torino.

Diventato allenatore quasi per caso, come raccontato più volte dallo stesso, la sua avventura in panchina da head coach è partita a soli 23 anni nella sua Castel San Pietro, a 26 anni era in Serie A2 a Castelmaggiore ed a 27 anni in Serie A a Roseto, diventando il tecnico più giovane di sempre nel massimo campionato. Da sempre più attento sulla metà campo difensiva che su quella offensiva, Cavina è un coach pratico che potrebbe ritrovare a Sassari, oltre alla colonna Devecchi, anche Marco Spissu, già allenato a Tortona, e Ousmane Diop che dovrebbe tornare dal prestito a Torino. Condizionale d’obbligo nonostante gli anni di contratto ancora con la Dinamo dei due, ma sul playmaker ci sono varie squadre in Europa mentre l’italo-senegalese si è dichiarato eleggibile per il draft NBA. Da valutare ancora la questione budget: a sbilanciarsi è stato Il Corriere dello Sport scrivendo di un budget uguale o inferiore a quello di quest’anno. Il tutto dipenderà anche dal futuro di Torino che sarebbe venduta dalla proprietà da regolamento in caso di promozione in Serie A1: il destino della Dinamo Sassari passa comunque già per le mani di Cavina nonostante non sia ancora ufficialmente il nuovo tecnico del Banco di Sardegna.

Matteo Porcu

 

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti