agenzia-garau-centotrentuno

Dinamo Sassari | Pasquini e la ricerca attenta per il post Clemmons

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

«Cerchiamo l’uomo giusto, senza ansia e senza fretta». Il General Manager della Dinamo Sassari Federico Pasquini, intercettato da La Nuova Sardegna, non sembra voler avere troppa precipitosità nella scelta del nuovo giocatore che occuperà il posto lasciato libero da Anthony Clemmons.  La scelta possibile di non calcare l’acceleratore nel trovare il pezzo mancante, sarebbe dovuta alla delicatezza del momento, sia della squadra che del mercato. La Dinamo è ancora in ritiro, prepara la partita contro il Derthona di domenica ma soprattutto cerca risposte sulla propria identità. Dall’altra il mercato, più quello europeo che quello italiano, cominciano a muoversi, con giocatori che provano a cambiare canotta in corsa per trovare la propria continuità, come successo con Clemmons che ha subito firmato in Turchia dopo la risoluzione del suo contratto.

«La squadra in Champions ha dimostrato di essere compatta, abbiamo due gare di campionato poi la finestra per la Nazionale, potremmo avere il nome tra cinque minuti come fra qualche giorno» ha continuato Pasquini. Gli uomini di coach Cavina hanno dimostrato nella partita vinta lunedì contro Ludwigsburg di poter momentaneamente fare a meno di un uomo nelle rotazioni. La pausa dall’impegno europeo – prossimo impegno l’8 dicembre contro Prometey – potrebbe aiutare a mantenere il parziale equilibrio trovato ma la squadra, sia per crescere nella produzione offensiva che per non rimanere a corto di energie, avrà bisogno dell’arrivo di un giocatore in grado di costruire il gioco e di dare una grossa mano in difesa. Il mercato dei piccoli, soprattutto dei playmaker, è di difficile lettura oltre che ristretto dal punto di vista numerico. Quello che spetta al GM sassarese non è un compito facile, perché oltre a cercare l’uomo tatticamente e tecnicamente adatto dovrà inserire nel roster un profilo in grado soprattutto di mettersi al servizio di uno spogliatoio già provato dagli equilibri precari di questo inizio stagione.

Matteo Cardia

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti