Michele Vitali nella sfida con Burgos

Dinamo, si va verso il cambio della guardia

Si inizia a riflettere in casa Dinamo Sassari sul prossimo roster che affronterà stagione 2020/2021.

Chiuso anticipatamente il campionato, coach Gianmarco Pozzecco e il General Manager Federico Pasquini stanno iniziando a pianificare seppur in un periodo dove l’incertezza dovuta alla pandemia del coronavirus la fa ancora da padrona. Gli unici punti fermi da ripartire sarebbero quattro: i contratti pluriennali di Miro Bilan, Jack Devecchi, Marco Spissu e Stefano Gentile potrebbero far sì che solo 8 slot della rosa rimangano vacanti. In atto riflessioni su alcune seconde linee Sorokas, Bucarelli e Magro, nonché Diop reduce da una buona annata a Torino in A2, mentre potrebbero cambiare già maglia Coleby (che non ha convinto dal suo arrivo) e Jaime Smith. Scontata la partenza di Dyshawn Pierre verso lidi più importanti, rimane uno dei nodi principali da sciogliere il tentativo di riconferma di Dwayne Evans: come sottolineato più volte da Pasquini, si cercherà di trattenere l’ala grande anche se non sarà facile visto il suo buon rendimento stagionale che ha attratto diverse altre squadre. L’altro principale dilemma in casa biancoblù è quello relativo alla guardia titolare.

Vitali con le valigie pronte? – Potrebbe essere durata appena una stagione l’avventura di Michele Vitali in Sardegna. La guardia potrebbe infatti prendere altre strade, come riporta La Gazzetta dello Sport;  il patron della Germani Brescia ha aperto a un suo ritorno per potersi ricongiungere al fratello Luca (piazza mai dimenticata da Vitali come detto da lui in un’intervista), ma il capitano della Nazionale nell’ultima finestra di qualificazione agli Europei, potrebbe scegliere un’altra esperienza all’estero come quella ad Andorra che ha preceduto l’arrivo a Sassari. Sarebbe una grave perdita per la Dinamo che perderebbe una delle sue principali bocche da fuoco: Vitali in campionato ha oltre il 50% da oltre l’arco (50,6%) e ha viaggiato a 11,8 punti di media, offrendo anche il suo ottimo apporto nella metà campo difensiva, altra specialità del giocatore emiliano.

Tra suggestioni e sorprese – Ecco che per sostituire Vitali sono nate due idee, non facili da percorrere ma che potrebbero far esaltare i tifosi sassaresi. Il primo nome è quello di Adrian Banks, castigatore della Dinamo nella Final Eight di Bari con la maglia di Brindisi. Secondo quanto scritto da Superbasket, la guardia del 1986 avrebbe rifiutato il rinnovo con la squadra pugliese suscitando l’interesse di Pozzecco e Pasquini che non hanno mai nascosto l’amore per il talentuoso capocannoniere della Serie A 19/20. Non sarà facile convincere Banks che ha proposte economiche importanti dal Giappone e, vista anche l’età non più verdissima, potrebbe raggiungere il campionato attuale di un altro ex Dinamo, Jack Cooley. L’altra suggestione è quella che risponde al nome di Trevor Lacey; potrebbe verificarsi un ritorno a casa per la guardia dei Wisconsin Herd (squadra della G-League statunitense) che non ha mai dimenticato Sassari, così come Sassari non ha mai dimenticato lui. Proprio nelle scorse ore, in un’intervista a Dinamo TV, il giocatore passato nell’estate del 2017 al Lokomotiv Kuban ha mandato un messaggio d’amore alla città e alla squadra: “Nel futuro mi piacerebbe tornare, amo Sassari e rientra ogni anno nei miei piani“. Precedenza a queste due soluzioni, ma la nuova guardia della Dinamo potrebbe essere anche un nome a sorpresa, magari da ricercare nel mercato europeo più che in quello statunitense anche per sposare a pieno il pensiero di Gianmarco Pozzecco sulla costruzione di una squadra con tanti italiani e prettamente europea.

Matteo Porcu

avatar
500

Sponsorizzati