agenzia-garau-centotrentuno
bendzius-dinamo

Dinamo, sosta di lavoro ma senza Bendzius e Treier

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sarà una sosta caratterizzata dal lavoro quella della Dinamo Sassari, che ricalcherà il parquet solamente il cinque dicembre prossimo contro la Virtus Bologna. Non tutta la squadra sarà però a disposizione di coach Piero Bucchi, perché Eimantas Bendzius e Kaspar Treier vestiranno la maglia delle rispettive nazionali nelle qualificazioni al Mondiale 2023 in programma tra questa e la prossima settimana.

Qui Lituania
La Lituania chiama, Benji risponde. Ancora una volta, l’ala raggiungerà il gruppo guidato da Kemzura per vestire la gloriosa maglia della nazionale baltica, una delle più importanti del Vecchio Continente. Dopo aver fallito l’approdo alle Olimpiadi, la Lituania cerca il pass per i Mondiali in un girone composto da Bosnia, Bulgaria e Repubblica Ceca, con una squadra che vede una larga partecipazione “italiana”: oltre Bendzius, saranno del gruppo Dimsa, Velicka e Olisevicius, con anche una vecchia conoscenza a disposizione come Kuzminskas. Il giocatore della Dinamo, al secondo anno in biancoblù, ha vissuto un inizio di stagione altalenante, faticando a inserirsi nei meccanismi di una Dinamo differente a livello di letture di gioco e spaziature. Quando però l’impatto offensivo si è attestato vicino ai livelli della passata stagione, il Banco ne ha giovato: il maggior coinvolgimento di Mekowulu e degli altri lunghi del gruppo, come visto contro Napoli, potrebbe portare Bendzius ad avere più spazi e soprattutto più libertà dall’arco dei 6.75, da cui per ora Bendzius tira con appena il 38,6%. Un contributo più continuo dell’ala ex Rytas potrebbe essere determinante per svoltare la stagione sassarese.

Qui Estonia
Anche Kaspar Treier volerà verso il Baltico con destinazione però diversa rispetto a Vilnius: nel biglietto della giovane ala biancoblù la destinazione sarà Tallinn, capitale dell’Estonia. Quella affrontata anche dalla nazionale italiana durante le qualificazioni a Euro 2022, è una selezione giovane ma combattiva, in cui è presente anche il giocatore di Pesaro Henri Drell. Il girone estone è uno dei più complessi, composto da altri tre importanti avversari da battere: Germania, che sarà la prima avversaria, Polonia e Israele. Il numero 9 biancoblù è stato uno dei pochi giocatori a giovare della cura Cavina in casa Dinamo. La decisione di puntare sul suo profilo, nonostante le fatiche dell’anno passato, sta pagando, perché dopo un approccio complesso il minutaggio e l’impatto sulla gara sono aumentati: Treier ad oggi sta giocando più di 11 minuti a partita in campionato, tira con il 53,3% dai 6.75 ma soprattutto è riuscito in più occasioni a far bene nei piccoli dettagli difensivi, diventando l’alternativa principale nel momento in cui il quintetto piccolo era adatto agli andamenti di partita. A testimoniarlo, l’exploit avuto durante l’ultimo match di Basketball Champions League contro il Ludwigsburg, chiuso con 14 punti e responsabilità importanti nell’ultimo e decisivo periodo.

Matteo Cardia

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti