agenzia-garau-centotrentuno
keita-lautaro

Inter-Cagliari: sfida aperta tra Lautaro e Keita

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Nella giungla ogni animale ha la sua preda preferita. Lautaro “El Toro” Martinez come sente profumo di Sardegna risveglia i suoi istinti animali e va a caccia di gol. Keita, nelle ultime tre occasioni in cui ha affrontato l’Inter, ha restituito il veleno che il serpente neroazzurro gli ha iniettato lasciandolo andare via dopo la sua breve parentesi milanese.

I precedenti
La prima rete messa a segno da Lautaro Martinez in Serie A è stata proprio contro i sardi e quando “El Toro” vede rossoblù va su tutte le furie finendo spesso per incornarli. Nelle sei occasioni in cui si sono affrontati Cagliari e Inter l’attaccante argentino ha segnato 4 gol. Ma quando la rabbia taurina incombe, non sempre porta buone notizie per i neroazzurri. Nel gennaio 2020 Lautaro contro gli isolani ha disputato una delle sue peggiori prestazioni nel campionato italiano, finendo per farsi espellere negli ultimi istanti della gara. In quella occasione il Cagliari era riuscito ad ottenere un importante pareggio esterno grazie al gol di Nainggolan. A siglare la rete del momentaneo vantaggio era stato proprio il numero 10 nerazzurro, che dopo aver segnato al 29’, ha rovinato la sua prestazione facendosi espellere e rimediando due giornate di squalifica. Il Cagliari quest’anno non può più fare affidamento sul Ninja, ma può sfruttare l’estro e il talento dell’ex di turno Keita. Il senegalese, premiato dalla Lega per aver segnato il gol più bello del mese di novembre, nelle ultime tre occasioni in cui ha incrociato i neroazzurri ha sempre fatto centro. La media realizzativa del numero 9 rossoblù lascia ben sperare a Mazzarri, infatti il periodo di digiuno dal gol in questa stagione non ha mai superato le tre giornate. Dopo la prima segnatura realizzata contro la Lazio, si è replicato dopo due giornate contro il Venezia e dopo altre tre giornate contro il Sassuolo. Ai più attenti sarà balzata all’occhio l’affinità che ha il senegalese quando si trova a giocare contro le ex, finendo il più delle volte per essere letale come capitato nella 4° giornata di Serie A contro le aquile biancocelesti.

La stagione
L’attacco interista è particolarmente prolifico in questo avvio di stagione, caratteristica delle squadre allenate da Simone Inzaghi. L’argentino finora ha realizzato 8 reti condite da 2 assist. La media realizzativa è in linea con quelle delle stagioni precedenti da quando è diventato titolare fisso della squadra neroazzurra, solo l’anno scorso ha fatto meglio a questo punto della stagione. Keita, dopo una brillante partenza in campionato, ha avuto un po’ di difficoltà, condizionato anche dall’andamento della sua squadra. La sfida tra i due attaccanti è aperta, chi sarà la preda o il predatore questo lo decreterà solo il campo, quello che è sicuro che i due attaccanti provano un particolare piacere nel mordere le rispettive avversarie nella prossima sfida in scena a San Siro.

Andrea Olmeo

 

Al bar dello sport

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti