agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-joao-pedro-centotrentuno-canu

Joao Pedro il salva-Cagliari: meglio di Neymar e soci tra i brasiliani

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Al tempo della schedina e delle radioline fare tredici equivaleva a raccogliere una bella somma grazie alla vincita al totocalcio. Nel pareggio di Genova contro la Sampdoria a fare tredici, gol, è stato Joao Pedro che si fa notare quando segna e anche quando esce.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Imprescindibile –Aveva fatto tre partite in una settimana e ho giocatori importanti”, così Leonardo Semplici in merito alla sostituzione di Joao Pedro al 75′ minuto con Simeone. Tre minuti dopo è arrivato il pareggio doriano, cinque ne sono bastati per ribaltare la gara. Il Cagliari vedeva così sfuggire una vittoria resa vicina dal vantaggio del suo uomo più prolifico, quel Joao Pedro che con la rete di Marassi ha portato a 13 il totale di gol in questa Serie A. Il miglior marcatore brasiliano nei primi 5 campionati europei, come l’anno passato il capitano rossoblù si conferma in testa alla speciale classifica. Decisivo per il Cagliari che, pur meritando il pareggio, con la sua uscita aveva perso il filo tattico.

Certezza – Joao Pedro resta a prescindere dell’allenatore una colonna portante del Cagliari. Collante tra i reparti e soprattutto goleador. Il numero dieci rossoblù ha messo a tabellino con quello di Genova ben sette degli ultimi dieci gol del Cagliari, di questi sono suoi quattro degli ultimi sei lontano dalla Sardegna. Proprio con la rete contro la Sampdoria ha siglato il suo settimo sigillo in trasferta in campionato, record personale in una singola stagione. I blucerchiati che, inoltre, sono la vittima preferita di Joao Pedro in Serie A. Il gol del vantaggio è il quinto segnato ai doriani, il primo non alla Sardegna Arena. Con l’arrivo di Semplici il brasiliano ha segnato due dei cinque gol totali della squadra, restando di fatto importante non solo per gli equilibri – come dimostrato da quanto successo dopo la sua legittima sostituzione – ma anche per la confidenza con il gol.

Una doppia punta senza Joao Pedro in campo è una delle soluzioni nell’arco di Semplici e non più tabù, trovare altre frecce oltre il numero dieci come successo con i gol di Pavoletti, Rugani e Nainggolan può aiutare anche il brasiliano a rifiatare. Al momento, però, Joao Pedro appare una certezza anche in vista della Juventus, una gara in cui la sua verve offensiva sarà necessaria quanto la sua intelligenza tattica. Con Pavoletti l’intesa è ottima, contro i bianconeri, vista la squalifica del livornese, toccherà a Simeone dare manforte al giocatore più decisivo per il Cagliari. Joao Pedro resta comunque uno dei leader ai quali si affida Semplici per la lotta salvezza.

Matteo Zizola

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti