agenzia-garau-centotrentuno
marin-maresca

La moviola | Maresca c’è, il Cagliari no

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Famoso a Cagliari per il recupero di quella partita con la Lazio, l’arbitro Fabio Maresca di Napoli è sceso in campo alla Unipol Domus per dirigere la sfida tra i rossoblù e l’Udinese. Al VAR Paolo Mazzoleni di Bergamo in quella che si prevedeva una sfida nervosa e difficile. Invece un’altra prestazione senza nerbo degli uomini di Mazzarri ha spianato la strada al direttore di gara.

Maresca controlla
Pochi gli episodi di rilievo, partendo dalle proteste dell’Udinese per l’intervento con il gomito di Joao Pedro nell’area rossoblù. Maresca fischia però il fallo di Beto che, effettivamente, sposta il brasiliano. Giusta la decisione dell’arbitro. Al 39′ il primo giallo della gara sventolato a Marin. Molina prova a scappare sul lato corto dell’area, il numero 8 rossoblù lo ferma con una sbracciata che porta all’ammonizione più che SPA che per la gravità dell’intervento. Al 39′ secondo giallo per un giocatore rossoblù. È Dalbert a riceverlo giustamente dopo aver fermato Udogie lanciato verso la porta di Cragno. Non chiara occasione da gol, ma SPA evidente.

Rosso Marin
La ripresa è un’agonia per il Cagliari che viene aumentata dall’espulsione per doppia ammonizione di Marin. Uno-due di Makengo sulla trequarti rossoblù, il romeno mette il braccio per fermare l’avversario e Maresca non può che estrarre il giallo e il conseguente rosso. Siamo al 65′, la gara di fatto si chiude qui e arriveranno soltanto due altri gialli. Il primo a Bellanova, intervento fuori tempo su Becao vicino alla linea di fondo della difesa friulana, e proprio il difensore brasiliano dei bianconeri che ferma lo stesso Bellanova lanciato verso l’area dell’Udinese.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

6 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti