agenzia-garau-centotrentuno
diagne-galatasaray

L’addio di Cerri e i dubbi in attacco: quale futuro per le punte del Cagliari?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

“Lavori in corso”, dice il cartello affisso ai cancelli di Asseminello. Perché a cinque giorni dall’inizio del campionato, il cantiere rossoblù gestito da Leonardo Semplici è ancora in costruzione. Dopo l’ultimo addio di Cerri e con il futuro di Simeone ancora incerto, ecco allora che il tecnico toscano potrebbe presto accogliere nuovi colpi offensivi per rafforzare il suo reparto avanzato in vista della prossima stagione.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Addii

“Alberto Cerri è un nuovo giocatore del Como”. Un annuncio atteso per un attaccante che lascia così la Sardegna in prestito per la seconda volta da quando è stato definitivamente riscattato dal Cagliari al termine dell’annata 2018-2019. Prima la Spal, ora i lombardi. In mezzo, i ricordi dei gol all’ultimo respiro con Sampdoria e Parma ma anche la mai definitiva consacrazione in rossoblù e una reale titolarità sempre distante. Elementi – questi ultimi – che hanno spinto la punta ventiseienne ad andare a caccia del riscatto altrove e salutare così l’isola in questo mercato estivo. A pochi giorni dalla gara con lo Spezia, ecco che Semplici perde dunque un’alternativa “fisica” a quel Leonardo Pavoletti che, nella sua idea di gioco, dovrebbe continuare a fungere da principale terminale offensivo. Ricapitoliamo, allora. Joao Pedro, Simeone, Ceter e Pavoletti. Sono loro i componenti attuali di un attacco che potrebbe presto cambiare contorni. Se il capitano brasiliano e il livornese sono i pilastri sui quali si baserà ancora il Cagliari formato ’21-22, la permanenza del Cholito e del colombiano non è invece così scontata. Com’è ormai noto, in caso di proposte allettanti, è l’argentino uno dei principali candidati all’eventuale addio. Qualche tempo fa il Marsiglia sembrava in pole position per centrare l’affondo decisivo ma ora le acque sembrano essersi calmate. Occhio comunque alle sorprese.

Scenari

Prendendo in considerazione un aspetto puramente numerico, l’addio di Cerri non sarà direttamente proporzionale all’arrivo di un’altra punta. Eppure, ulteriori sconvolgimenti nell’attacco di Semplici e le condizioni fisiche non sempre ottimali del titolare Leonardo Pavoletti potrebbero comunque tracciare la strada per il futuro atterraggio in Sardegna di nuove pedine. Mbaye Diagne è un profilo spesso avvicinato al Cagliari nelle ultime settimane. Classe ’91, il centravanti del Galatasaray ha cominciato la sua stagione in Turchia col botto, mettendo a segno tre gol in quattro presenze. Numeri importanti per un giocatore che per struttura fisica (1,91 cm di altezza) e orientamento tattico si sposerebbe alla perfezione allo stile sempliciano. Tutt’altro discorso, invece, quello che si aprirebbe in caso di addio di Simeone. Attaccante mobile e più incline a spaziare su tutta la linea offensiva, un’eventuale partenza del Cholito aprirebbe le porte ad una punta che per caratteristiche e tipo di gioco potrebbe rispondere all’identikit di giocatori come Andrea Pinamonti e Kevin Lasagna. Idee tattiche più che trattative per un Cagliari che, nel frattempo, attende di scendere in campo per la prima volta nella nuova Serie A. Tra vecchie certezze, addii e news mercato, Semplici è pronto ad andare a caccia di continuità dopo la vittoria in Coppa Italia con il Pisa.

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

15 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti