Riccardo Ladinetti in amichevole | Foto Sandro Giordano

Ladinetti-Olbia: a che punto è il braccio di ferro con il Cagliari?

Lo strano caso Ladinetti. Scorrono i giorni ma il passaggio del regista classe 2000 all’Olbia non viene ufficializzato. L’entourage del giocatore ha fatto emergere delle perplessità sul futuro del calciatore in maglia bianca.

 

Dalla società rossoblù sono sicuri: Max Canzi avrà un nuovo play. Ma il braccio di ferro continua e c’è ancora da capire se Ladinetti raggiungerà a Olbia Lella, Biancu, Marigosu, Doratiotto e Gagliano. Tutti approdati nella squadra di Marino via Cagliari tra quest’anno e lo scorso anno. Senza dimenticare Verde che però è ai margini del progetto e sta cercando una nuova soluzione per lasciare la Sardegna dopo due anni tra Cagliari, in Primavera, e Olbia. Non va dimenticato che Ladinetti è un giocatore che andrà in scadenza nel 2021, anche se nel contratto c’è l’opzione in mano alla società per un rinnovo di un ulteriore anno. E il tema del contratto è di quelli da non mettere in secondo piano perché qualora la scelta Olbia portasse a uno strappo si potrebbe anche andare ai saluti senza rinnovi in rossoblù.

 

Il Cagliari vede in Olbia il passaggio perfetto per crescere e lamenta che non siano arrivate alternative concrete da fuori. Ma dall’altra parte del braccio di ferro sono sicuri del contrario e vedono la mossa societaria di spingere pubblicamente su Olbia come un tentativo per “bruciare” sondaggi e tentativi di altri club. Come sempre nel calciomercato la realtà va presa a spizzichi e bocconi dalle varie parti. Una cosa però, giornalisticamente, viene in mente: ma per Ladinetti il passaggio a Olbia sarebbe davvero importante? Nel suo ruolo davanti ci sono Biancu e Giandonato. Di fatto quindi uno tra Biancu e Ladinetti dovrebbe fare panchina. Senza mettere in dubbio la bontà di una stagione in Lega Pro per la maturazione di un giovane, è una scelta saggia per il Cagliari mettere in competizione due giocatori di proprietà, come Biancu e Ladinetti, e rischiare che uno dei due rimanga scottato dalla stagione a Olbia? Squadra bianca che al momento ha la rosa al completo: 22 giocatori. Per fare entrare Ladinetti, o un altro colpo di mercato, bisogna sfoltire. Uno dei candidati è Vallocchia, specie in caso di arrivo del 2000 di Sanluri. Senza dimenticare il solito Verde che lascerebbe lo spazio a un altro ingresso a sorpresa in maglia bianca.

Vista la situazione di braccio di ferro tra entourage e club per Ladinetti alcune squadre hanno iniziato a monitorare con interesse la situazione. Su tutte il Torino, che potrebbe chiedere un suo inserimento nei tentativi, per ora poco concreti, per arrivare a Joao Pedro. Anche se pare difficile per ora che la società rossoblù, salvo clamorose offerte, riveda la posizione su Ladinetti. Certo è curioso che tra tutti gli esordienti della passata stagione non ce ne sia uno che al momento, aspettando anche Carboni, non sia andato a Olbia. Quella dei bianchi sembrerebbe essere l’unica via. E ripetiamo, la Lega Pro è un campionato formante ma restare in Sardegna, con l’allenatore che ti conosce fin da ragazzino, forse non è un limite, dato che non si esce mai dalla propria zona di comfort?

Roberto Pinna

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Sergio
Sergio
26/09/2020 09:35

Ladinetti all’Olbia ci credo poco……. C’è dietro il Torino che lo vuole

Giovanni
Giovanni
25/09/2020 07:06

Abbiamo i giocatori buoni in casa e andiamo a comprare giovani scadenti da altre parti ,ma chi vi capisce ,come bruciare il vivaio rossoblù

Aaanton
Aaanton
24/09/2020 12:38

Io non lo farei partire tanto a cuor leggero… mi pare l’unico ad avere caratteristiche da play puro, ossia il passaggio dalla distanza…mediani e mezzali sono centrocampisti “box to box”, dal fraseggio breve e ottimi negli inserimenti palla al piede. Io poi sull’esperienza in lega Pro non credo molto, spesso si rivela una consegna alla mediocrità, meglio per un ventenne allenarsi con dei nazionali uruguaiani, croati ecc. s costo di giocare poco o con degli onesti mestieranti?

Arturo
Arturo
In risposta a  Aaanton
24/09/2020 13:28

Esatto! Aspettando di conoscere meglio Marin, allo stato attuale anche lui sembra adattato al ruolo. Sempre stato descritto come centrocampista box to box tant è che pensai fosse stato preso per rimpiazzare il ninja. Oliva si adatta bene a regista ma sembra anche lui dare il meglio con gli inserimenti da mezza: vedi gol contro Atalanta. In conclusione essendo il regista il ruolo fondamentale di un 433 Ladinetti lo terrei stretto, considerando i 5 cambi e DiFra bravo a far crescere i giovani