Latte Dolce, un sogno chiamato Andrea Cocco?

Il centravanti cagliaritano sarebbe il nome più prestigioso sulla lista del club sassarese, alla ricerca di un attaccante dopo il sempre più probabile taglio di Cinque.

La notizia, qualora trovasse davvero conferma, sarebbe clamorosa per il calcio sardo: il Latte Dolce sogna Andrea Cocco. È proprio il nome del centravanti cagliaritano, reduce da un’annata tutt’altro che positiva vissuta tra Pescara (8 presenze e 2 reti) e Padova (6 presenze), quello più in alto e cerchiato di rosso nell’immaginario taccuino in mano alla società sassarese. Cocco sarebbe il sostituto ideale di quel Lorenzo Cinque, acquistato in estate come centravanti titolare da consegnare a Stefano Udassi per la conquista della Serie C ma che, finora, non ha lasciato il segno come forse ci si aspettava dalle parti di via Leoncavallo. Ecco quindi, come si vocifera in città, che la società biancoblù starebbe pensando al taglio dell’ex Santarcangelo e Clodiense, 10 reti lo scorso anno in D, puntando su una punta senza contratto in grado di spostare gli equilibri del girone G. E quale miglior candidato del 33enne cagliaritano, capocannoniere della Serie B con la maglia del Vicenza soltanto cinque anni fa?

BOMBER ATTUALMENTE SENZA SQUADRA – Dopo la risoluzione del contratto che lo legava al Pescara lo scorso 31 gennaio, in chiusura di calciomercato, Cocco aveva trovato squadra circa un mese dopo, firmando un contratto fino a giugno con il Padova allora allenato da Pierpaolo Bisoli, poi retrocesso e profondamente rinnovato. Da allora l’ex Cagliari è senza squadra: ha lavorato in estate con Gianfranco Ibba, anche insieme a Marco Sau poi accasatosi al Benevento. Qualche offerta per lui sarebbe arrivata, ma tra Serie B e C (Virtus Entella e Ternana su tutte, come riportato da TMW), ma si tratterebbe ancora solo di abboccamenti. Ecco perché l’idea Latte Dolce potrebbe stuzzicare il palato del centravanti: un’esperienza di vertice in Sardegna potrebbe avere diversi lati positivi, come stare vicino alla famiglia, oltre a vivere il ruolo di top player assoluto per la categoria, visto il suo curriculum. E, perché no, anche giocare insieme all’amico Daniele Molino, numero dieci della truppa di Udassi, con cui ha condiviso parte delle vacanze estive.

ALTERNATIVE DI LUSSO – Qualora Cocco (finito nei desiderata anche del Palermo di Pergolizzi, alla ricerca di una punta di sicuro affidamento per la D) non fosse poi il nome giusto per le esigenze del Latte Dolce, sono diverse le alternative di livello: l’ex Avellino Ferdinando Sforzini (34), reduce dal fallimentare matrimonio con la Cavese, durato neanche 10 giorni e Antonio Letizia (32), una vita in serie C tra Matera, Foggia e Catanzaro, ma l’ultima stagione al Modena tra i Dilettanti, con sole 7 presenze e una rete. Tutte strade difficili per un club di Serie D, ma l’ambizione e il bisogno di Serie C di una città come Sassari potrebbero essere le giuste leve per convincere il gruppo Abinsula-Matica a far fare un ulteriore salto di qualità al gruppo allenato da Stefano Udassi, che già conosce Cocco per averlo avuto a disposizione con la maglia della Natzionale. L’arrivo di un top player sarebbe l’ultima conferma, tra dichiarazioni e fatti concreti, della ferma volontà del salto di categoria sfuggito un anno fa, cui in via Leoncavallo si è voluto porre rimedio con un mercato importante (Nuvoli e Molino su tutti, la scommessa Pinna ex Bosa e lo stesso Cinque, ora in odore di taglio) a completamento di una rosa già di assoluto rispetto per la Serie D.

Francesco Aresu

 

Sponsorizzati