agenzia-garau-centotrentuno
Ciocci-Olbia-SerieC

Le Pagelle | Olbia: da Ciocci a Palesi, nuovi giocatori e vecchi demoni

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Le nostre valutazioni dopo la sfida tra i ragazzi di Max Canzi e l’Ancona Matelica, gara valida per la seconda giornata del campionato di Serie C per l’Olbia nel girone B.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Ciocci – 4.5 Nel primo tempo legge bene alcuni cross ma poi a inizio ripresa sciupa tutto con uno stop sbagliato che permette a Moretti di fare facilmente il gol dell’1-0. Da lì perde sicurezza nelle uscite, ma è un ragazzo dal grandissimo potenziale. Dovrà essere bravo a voltare in fretta pagina.
Arboleda – 5.5 Sei nel primo tempo e cinque nella ripresa, il voto è una media. Spinge tanto ma poi quando la squadra sbanda nel secondo tempo lui va in apnea e deve inseguire, spesso con il fallo, sulla fascia di competenza. Peccato perché l’approccio alla gara era stato ottimo.
Emerson – 5 Solita classe in gestione e su palla inattiva ma quando deve inseguire mostra tutti i limiti che la carta d’identità presenta. Nella ripresa fatica sulle continue infilate avversarie con la superiorità numerica.
Brignani – 6 Di testa sono quasi tutte sue. Anche lui non è esente da alcune sbavature ma nel reparto difensivo è quello che oggi mostra più certezze tra i ragazzi di Canzi.
Travaglini – 5 Uno dei pochi che fatica in casa Olbia già dal primo tempo. Meglio quando spinge di quando difende. (Dal 63′ Pisano5.5 Entra quando ormai il maestrale della gara ha deciso che di guardiani del Faro non ci sarà traccia o quasi nella ripresa. Insegue tanto ma mette quel pizzico di personalità che serviva alla squadra per provare a restare in partita).
Lella – 5.5 Corre, lotta e raddoppia. Tutto però non gli si può chiedere e infatti quando è costretto anche a impostare sbaglia tanti passaggi perché in debito d’ossigeno. Alza bandiera bianca presto anche per questo. (dal 63′ Chierico – 6 Entra per dare equilibrio e tutto sommato a tratti ci riesce, con l’Ancona che si limita a sfruttare le fasce. Anche lui insegue tanto e non disdegna la lotta).
Giandonato – 6 Non sempre sarà un manuale di estetica del calcio però è tra gli ultimi a mollare, fa avanti e indietro tante volte, forse troppe. Anche lui va in difficoltà nella ripresa e perde un po’ il controllo dei nervi ma la voglia è da lodare (Dal 77′ La Rosa 5 – Entro, spacco, esco, ciao).
Palesi – 4.5 Nel momento in cui la squadra deve riprendersi dallo schiaffo dell’errore che ha portato al vantaggio avversario lui pensa bene di salutare tutti con un fallo inutile e di frustrazione. Peccato perché nel primo tempo i suoi scambi con Biancu avevano aperto spazi interessanti per l’Olbia.
Biancu – 5.5 A volte isolato, altre volte ispirato. Nel dribbling può fare di più ma comunque quando si accende nascono azioni interessanti. Dovrebbe andare meno a corrente alternata però. (Dal 77′ Occhioni – S.V.)
Ragatzu – 6 Non fa la gara della vita però se l’Olbia ha necessità lui c’è sempre. Hai detto nulla.
Udoh – 6 Allunga, fa sponde, parte in contropiede. Inizia la sfida che sembra ispirato poi cala e si innervosisce. Difficile però non considerarlo tra i “migliori” e tra i pochi sufficienti dell’Olbia, almeno per carattere. Certo da un attaccante ci si aspetterebbero anche dei gol ma questo è più un discorso tattico che una sua mera colpa, oggi. (dal 77′ Demarcus – 5 ha il pregio di entrare e rendersi protagonista, ma si divora l’occasione del pari in pieno recupero. Una rete che avrebbe cambiato tutto anche a livello di umore per i suoi dopo un secondo tempo folle).

All. Canzi5.5 La sua squadra entra nella ripresa con uno spirito sbagliato e i suoi ragazzi sembrano ancora troppo umorali. Il carattere elogiato dal mister alla prima giornata sembra già sparito. Ecco, dovrà essere bravo Max a dare più continuità a livello psicologico alla sua squadra. L’anno scorso le montagne russe a livello di prestazioni nei singoli episodi di una gara sono state il vero problema del gruppo gallurese, quest’anno è chiamato a migliorare questo aspetto.

Roberto Pinna

TAG:  Olbia Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti