agenzia-garau-centotrentuno
Un'esultanza dell'attaccante della Torres, Scappini | Foto Alessandro Sanna

Le Pagelle | Torres: Scappini e Diakite fari nell’emergenza rossoblù

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Le nostre valutazioni sulla Torres di Alfonso Greco dopo la sfida dello stadio Del Conero di Ancona valida per il quindicesimo turno del girone B della Serie C. Partita tra i padroni di casa dell’Ancona e i rossoblù terminata con il pareggio per 1-1 firmato dalle reti di Scappini e Spagnoli.

Salvato 6,5 – Fa un primo tempo quasi perfetto, attento nelle uscite e prezioso in un doppio intervento di piede. Nella ripresa intuisce ma non può nulla contro il rigore di Spagnoli.

R. Pinna 6,5 – Prova del nove non da poco la gara da titolare al Del Conero. Soffre nei primi minuti in impostazione, poi capisce che lui può fare bene usando le cattive e alza i gomiti nella lotta. Fa un intervento importante in ripiegamento che è nelle cose da segnalare dei rossoblù nei primi 45′. Nella ripresa fa ancora una buona serie di interventi di testa prima del cambio. Una buona prova per lui in una sfida che poteva essere probante anche mentalmente. (dal 60′ Ferrante 5 – Si rivede dopo il lungo infortunio, ancora la condizione non è delle migliori e si vede nell’episodio che porta al rigore dell’Ancona. Per il resto chiude d’esperienza nelle occasioni che capitano).

Dametto 6,5 – Il 3-5-2 lo costringe ad agire in maniera diversa dal solito e un pochino paga in certezze in marcatura e in fase di costruzione. Fa però un primo tempo attento che permette ai suoi di soffrire senza però sbandare. A inizio ripresa fa un grande intervento su Moretti che prova a lanciarsi in area. Simbolo di un secondo tempo dove fa molto bene.

Antonelli 6,5 – Con la difesa a 3 o la difesa a 4 a lui cambia relativamente. Prezioso nel primo tempo con una serie di contrasti e colpi di testa che evitano guai peggiori ai suoi. Nella ripresa si conferma, da rivedere un intervento in mezza rovesciata negli ultimi secondi di gara per liberare l’area dei suoi.

Girgi 6 – Prima frazione dai due volti. Molto attento all’inizio ma un po’ troppo schiacciato sulla linea della difesa, aspetto che toglie ripartenze alla Torres. Nella seconda metà di prima frazione si libera di un po’ mentalmente e spinge con maggiore costanza. Nella ripresa parte bene ma poi cala di fiato e precisione con il passare dei minuti, ma fa davvero tanti chilometri.

Lombardo 6 – Utile nei piazzati e in fase di spinta per tutto il primo tempo. Paga un po’ in fase di difesa, sulla sua fascia l’Ancona attacca in massa e con costanza e lui va a tratti in apnea. Nella ripresa fatica a tenere le folate di un Ancona che spinge con continuità sul suo lato e Greco prova a cambiare dalla panchina. (dal 73′ Heinz 6 – Non sta al meglio e si vede quando prova a impostare. Nel complesso però difende come può e ci riesce).

Gianola 6 – Fare il filtro nel 3-5-2 in emergenza che disegna Greco è compito davvero duro e infatti lui va in corto d’ossigeno preso nel primo tempo. Alcune palle velenose perse in mezzo al campo e anche un’eccessiva frenesia nel gestire il pallone. Nel secondo tempo aumenta i giri del motore, non riesce a fare benissimo in impostazione ma è importante in alcuni contrasti in fase di non possesso per i rossoblù. Intelligente a spendere il giallo nel finale con l’Ancona lanciata a rete.

Suciu 6 – Per lui questa era una prova da non sbagliare. Nei primi minuti si limita al compitino, gestendo il gestibile e provando senza troppa enfasi a raddoppiare sugli avversari. Poi cresce alla distanza e negli ultimi minuti di primo tempo tra cambi di gioco e punizioni conquistate mette qualità. Nel secondo tempo alterna momenti di qualità in impostazione a fasi in cui si isola troppo. Poi Greco lo richiama, tutto sommato però una prova che può essere un punto di ripartenza (dal 73′ Bonavolontà 6 – Entra per dare centimetri e qualità, mette entrambi nella gara).

Masala 6 – Anche lui inizia la gara un po’ troppo schiacciato alla difesa e mentalmente concentrato troppo sul “prima non prenderle”. Risultato: sbaglia una serie di palloni non da lui. Poi però si scioglie e fa da elastico importante per la rosa di Greco fino alla fine della prima frazione. Nella ripresa è un po’ morbido in alcuni interventi e in alcuni passaggi.

Diakite 6,5 – Prima frazione da attaccante vero e da punta moderna. Se la Torres riesce a creare qualche occasione da rete la firma è quasi sempre la sua che con il corpo fa sponde e con gli strappi palla al piede dà profondità. Utile anche nei ripiegamenti in difesa e poi la rete di Scappini nasce da un suo passaggio esterno. Nel secondo tempo solito copione di forza e qualità.

Scappini 6,5 – Primo tempo da classico 9. Lo vedi poco, fa tante sportellate, aiuta come può in pressione ma poi alla prima vera palla gol la piazza con un tocco da biliardo da vero maestro e va a rete. Nella ripresa su un traversone basso non trova lo spunto, per il resto fino al cambio fa una gara di lotta e sacrificio, anche se spesso molto isolato (dall’81’ Sorgente SV – Entra per dare frizzantezza ma non riesce a incidere)

all. Greco 6 – La sua Torres è in emergenza e lui cambia veste tattica con il 3-5-2 per soffrire meno. I suoi partono con timore ma poi crescono fino al vantaggio. Alla fine però la sua Torres viene punita sul solito episodio controverso ma gestito con poca furbizia da parte dei suoi. Un’ennesima prova di maturità rimandata per una squadra che comunque sta mettendo tanto cuore per andare oltre infortuni e un’esperienza da costruire nella categoria.

Roberto Pinna

TAG:  Serie C Torres
 
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti