Razvan Marin durante un allenamento

Marin, niente Romania in accordo col Cagliari

Il primo colpo di mercato del Cagliari sarà, a scanso di improvvisi problemi dell’ultim’ora, il centrocampista rumeno classe ’96 Razvan Marin.

Dopo le visite mediche a Villa Stuart alle quali si è sottoposto nella giornata di ieri, Marin dovrebbe arrivare in Sardegna tra domani e martedì per poi unirsi al gruppo che dal 2 al 4 settembre sarà ad Aritzo agli ordini di Eusebio Di Francesco. Il condizionale è d’obbligo come insegna l’intrigo che ha ritardato la conclusione dell’affare Czyborra, ma per il nazionale rumeno non dovrebbero esserci problemi e il nuovo allenatore rossoblù potrà fin da subito testarlo nella tre giorni in Barbagia.

A dare una mano a Di Francesco è arrivata anche la mancata convocazione per la Nations League da parte del commissario tecnico della nazionale rumena Mirel Radoi che ha così spiegato l’esclusione dalla rosa del prossimo acquisto del Cagliari. “Il trasferimento di Razvan Marin è una buona notizia per lui e per la nazionale. Ho deciso di non convocarlo dopo un colloquio con lui, con il Cagliari e con il suo nuovo allenatore Di Francesco. Ci siamo trovati d’accordo, la cosa migliore per tutti è che Marin resti ad allenarsi con il club. Ha svolto solo la prima parte di allenamenti con l’Ajax e ha giocato solo delle amichevoli, ora c’è la possibilità che arrivi in una squadra dove l’allenatore non lo conosce pienamente e potrà capire su cosa lavorare su di lui, Marin deve conoscere il modo di giocare del suo nuovo club”. Una buona notizia dunque per Di Francesco che dopo aver perso momentaneamente per il Covid diversi elementi e per infortunio Ciocci e Pereiro, oltre i giocatori impegnati con le rispettive nazionali, potrà disporre fin da subito almeno di Razvan Marin.

Matteo Zizola

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Adriano
Adriano
31/08/2020 10:49

Da Maran a Marin, speriamo bene.

Umberto
Umberto
30/08/2020 23:30

Bene..

Pgl
Pgl
30/08/2020 22:24

Ad avercene persone con questo buon senso…chapeau!

Gepi
Gepi
30/08/2020 21:52

Penso che questa scelta sia stata dettata dal buon senso di tutti. Cosa che difficilmente, in maniera abituale, accade oggi.