agenzia-garau-centotrentuno
Marko Rog | Foto Alessandro Sanna

Marin-Rog: Cagliari, ora hai il tuo filtro di qualità

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Contro l’Inter, i due centrocampisti rossoblù, sempre presenti nelle prime 11 giornate, si sono resi protagonisti di una delle loro migliori prestazioni in questa stagione.

bianchi-immobiliare-centotrentuno
eyesportshop-linea-sport-centotrentuno

Un 3-1 amaro, dopo aver assaporato l’impresa per 77 minuti. Fino al gol del grande ex di turno Nicolò Barella, vero e proprio uomo della rimonta nerazzurra. Eppure, Eusebio Di Francesco può sorridere. Perché contro l’Inter di Antonio Conte, il filtro di centrocampo composto dai due fedelissimi Marko Rog e Razvan Marin ha finalmente funzionato nel modo migliore. Nessuna perdita. Soltanto corsa, grinta e tanta qualità per i due stakanovisti rossoblù, protagonisti in questo avvio di stagione con 11 presenze su 11 in campionato.

Hanno imparato a conoscersi e destreggiarsi fianco a fianco in mezzo al campo. Sono cresciuti, dopo un inizio di stagione in salita. Si sono soprattutto adattati. Lo ha fatto Rog, spostandosi dalla classica posizione di mezzala occupata lo sorso anno con Rolando Maran in panchina a quella di centrale puro nel 4-2-3-1 costruito dal tecnico abruzzese. Lo ha fatto Marin nell’anno della sua prima esperienza in Serie A, imparando a conoscere un calcio nuovo e tattico come quello italiano e mettendo al servizio della squadra il suo bagaglio tecnico.

Numeri

Il risultato? Ottima prova in casa del Verona – culminata nel gol del centrocampista rumeno valso il pari al Bentegodi – e grande prestazione messa in campo ieri pomeriggio nel lunch match contro l’Inter. Trentasette passaggi completati per Rog, 15 duelli ingaggiati e 8 vinti, 6 dribbling riusciti (dato più alto tra i giocatori impiegati ieri da Di Francesco) e 8 palloni recuperati. Uno in meno di Gabriele Zappa, secondo in questa particolare classifica. Due, invece, del compagno di reparto Marin, dominatore assoluto con ben 10 sfere fatte sue. Mai come ieri, il rumeno è stato perennemente nel vivo nella manovra isolana, come testimoniato dai 54 passaggi effettuati (più di qualsiasi altro rossoblù). Numeri che certificano la recente crescita del numero 8 ex Ajax e Standard Liegi.

Una diga tecnica e grintosa davanti al reparto difensivo, il giusto corridoio tra retroguardia e attacco. La prova contro l’Inter ha apposto il definitivo marchio di qualità al filtro Marin-Rog in casa rossoblù. Un upgrade che fa ben sperare Di Francesco in vista dei prossimi importanti impegni in campionato.

Alessio Caria

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti