agenzia-garau-centotrentuno
baselli

Mercato Cagliari: accelerata per Baselli e quanti affari con la Samp

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

A volte i risultati sul campo ti permettono maggiore calma. Valutare ogni aspetto, pesare i benefici, evitare passi falsi. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico e, quando hai tra le mani l’ultima occasione per sistemare i problemi, perseverare negli errori è l’unica cosa da evitare. A costo di prendere un po’ più di tempo, a costo di dover fare momentaneamente di necessità virtù.

Affare (quasi) fatto
Il Cagliari deve correre, ma con giudizio. Il mercato di gennaio rappresenta un’ancora di salvezza che è vietato buttare a mare, a costo di rischiare durante il viaggio. La vittoria di Genova ha aiutato la causa, confermarsi nella sfida contro il Bologna quasi doveroso per garantirsi le necessarie pause di riflessione. La società rossoblù non può sbagliare un colpo, né in uscita né soprattutto in entrata. Dopo gennaio i giochi della rosa saranno fatti, nessun errore potrà più essere cancellato. Per questo motivo il Cagliari ha preso tempo su alcuni fronti aperti, anche se in un caso la chiusura è ormai cosa fatta. Daniele Baselli è ormai pronto a sposare la causa del suo ex allenatore granata Walter Mazzarri. Il Bologna ci ha provato, il Granada ha fatto altrettanto, ma il centrocampista del Torino dovrebbe essere presto un giocatore del Cagliari. Dando al tecnico di San Vincenzo un elemento conosciuto, apprezzato e che potrà aumentare le rotazioni in mezzo al campo sia numericamente che qualitativamente. Con i granata di Cairo si discutono gli ultimi dettagli relativi alla formula, Baselli ha il contratto in scadenza il prossimo giugno e pertanto un prestito – a scanso di un rinnovo pronto – non sarebbe possibile. A meno di un obbligo di riscatto, soluzione che salverebbe capra e cavoli.

Tra pause e sinergie
Sul fronte difesa è pronto a sbloccarsi l’affare Edoardo Goldaniga, con l’esito del tampone molecolare a frapporsi tra il Cagliari e le visite mediche. Risultato negativo a quello rapido, il difensore ormai ex del Sassuolo è pronto a unirsi ai rossoblù ufficialmente. Di stand-by in stand-by attenzione alta su Riccardo Calafiori, sempre fermo a Roma in attesa del via libera per raggiungere la Sardegna. Non solo però i dubbi giallorossi sulle condizioni di Spinazzola a fermare l’esterno mancino nella capitale, ma anche quelli del Cagliari. I dubbi sull’integrità del classe 2002, infatti, avrebbero portato la società rossoblù a ulteriori valutazioni. L’affare non sembrerebbe comunque in dubbio, ma viste anche le difficoltà nel piazzare uno tra Dalbert e Lykogiannis il Cagliari non ha avuto necessità di accelerare. Proprio il greco, in scadenza il prossimo giugno, dovrebbe essere il prescelto per liberare il posto sulla corsia mancina. Il Torino ha sondato il terreno, la Sampdoria prova ad avanzare. Con i doriani restano aperti diversi discorsi, partendo da Lykogiannis per arrivare a Verre, passando per il sempre vivo Nicola Murru e per Federico Bonazzoli, in prestito alla Salernitana ma di proprietà blucerchiata. In quest’ultimo caso l’idea dell’attaccante e del suo entourage sarebbe quella di cambiare aria, sfruttando l’interesse campano per Caceres e i tavoli aperti tra Liguria e Sardegna per un eventuale triangolazione con i granata campani. Bonazzoli diventerebbe così l’alternativa a Roberto Piccoli, in cima alla lista delle preferenze del Cagliari per completare il reparto offensivo a disposizione di Mazzarri.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti