Mercato Cagliari, dopo il Ninja c’è ancora posto…

Il punto sulle trattative di mercato in entrata per il Cagliari.

Il calcio mercato del Cagliari vive di colpi di scena: ogni giorno arrivano novità che ribaltano le quasi certezze del giorno prima e, fra acquisti in divenire e cessioni da portare avanti prende forma la rosa rossoblù che Maran guiderà per la stagione vicina alla partenza. Durante la presentazione di Radja Nainggolan ieri alla Sardegna Arena, il presidente Giulini ha fornito alcuni spunti sulle future mosse in entrata del Cagliari, soprattutto dando nuove indicazioni sugli affari ormai noti. Proprio l’arrivo del Ninja sembrerebbe aver sconvolto i piani, un’opportunità da cogliere che ha creato un effetto domino sulle scelte di mercato toccando sia l’affare Nández sia la ricerca di una seconda punta e di un terzino sinistro.

CAPITOLO NANDEZ – Giulini ieri è stato chiaro e al netto dei condizionali la telenovela Nández dovrebbe chiudersi nei prossimi giorni. Il centrocampista uruguaiano, al momento in vacanza a Punta del Este in Uruguay, attende il via libera per poter salire sull’aereo che lo porterà prima in Italia e poi alla volta di Cagliari: ogni giorno sembra quello buono, ma il giorno buono sembra anche non arrivare mai. La certezza è che non c’è nessuna conferma sulla partenza del León nelle prossime ore, né dall’Argentina né dall’ambiente vicino al giocatore.
Non vanno dimenticati però due dettagli fondamentali: Nández al contrario di tutti i giocatori impegnati nella Copa America non ha fatto vacanze, chiamato ad aiutare il Boca a superare lo scoglio degli ottavi di Libertadores, e dunque non sembra disdegnare il poter sfruttare l’attesa per ricaricare le pile; inoltre l’opportunità Nainggolan ha creato un ostacolo ai tempi della gestione della trattativa da parte di Giulini, dettaglio che ormai appare definitIvamente risolto. La sensazione è che, dato per virtualmente fatto l’affare come già anticipato domenica, l’arrivo di Nández in Sardegna dovrebbe essere questione di giorni.

FRONTE SECONDA PUNTA – Il mercato regala dietrofront improvvisi, le trattative sono legate fra loro, quello che appare ormai formalità può trasformarsi in un intoppo. L’esempio da manuale è il caso Defrel: l’attaccante della Roma, lo avevamo anticipato sempre domenica, era pronto a far le valigie per Cagliari, ma la distanza fra le due società è tornata a farla da padrone. Il ritorno improvviso di Radja Nainggolan, unito all’arrivo prossimo di Nández, ha tolto liquidità alle casse rossoblù soprattutto per acquisti con spesa immediata: le parole di Giulini ieri ne sono la conferma, il prestito sarà la formula con la quale arrivare sia alla seconda punta sia al terzino sinistro.
Ecco che Defrel resta così bloccato, nonostante quanto abbiamo scritto in precedenza, ma una cosa non esclude l’altra e, in un mercato come quello di quest’estate nel quale Nainggolan è passato in pochissimo tempo da fantacalcio a realtà, non deve sorprendere un’inversione a U di questo tipo. Il futuro a questo punto è poco chiaro, ma la logica porta a pensare a un Cagliari concentrato sulle cessioni sia per liberare posti sia per avere maggiore liquidità, sperando che la Roma nel frattempo non riesca a trovare soluzioni economiche migliori per piazzare l’attaccante francese in esubero. Le alternative sono diverse (Simeone, Ounas, un mister X), ma l’arrivo di una spalla di Pavoletti in prestito o attraverso uno scambio con uno dei rossoblù sul mercato può essere definite una certezza.

TERZINO SINISTRO CERCASI – Era una sorta di segreto di Pulcinella, ma ieri Giulini è venuto allo scoperto chiaramente anche per quel che riguarda l’arrivo, sempre in prestito, di un terzino sinistro. Non è un mistero che Maran non veda Pajac come elemento affidabile di una difesa a 4, così come pur apprezzando Lykogiannis è difficile pensare a un inizio di stagione con il solo greco come opzione (escludendo lo spostamento di Mattiello a sinistra). Così, come ormai da un mese a questa parte, torna di moda il nome di Luca Pellegrini, gradito sia all’allenatore che alla piazza e già integrato con i meccanismi di Maran dopo il prestito dalla Roma degli ultimi sei mesi. Ora di proprietà della Juventus, è fuori dal progetto di Sarri e pronto a una nuova avventura per continuare il percorso di crescita: Cagliari sarebbe soluzione ideale e gradita, ma anche altre società (Spal, Sassuolo) hanno messo gli occhi sul nazionale Under 21. L’unica certezza è che arriverà un giocatore in grado di giocarsi la maglia da titolare, mentre il destino di Pajac appare inevitabilmente segnato.

In attesa di novità su tutti i fronti dopo la sbornia del ritorno del Ninja in rossoblù, la squadra è pronta alle ultime due amichevoli prima dell’esordio ufficiale fra due domeniche in Coppa Italia contro il Chievo: Maran aspetta gli ultimi tasselli, poi la parola passerà al campo.

Matteo Zizola

Sponsorizzati