agenzia-garau-centotrentuno
godin-cagliari-samp

Mercato Cagliari, il Besiktas ci riprova per Godín?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
eclipse-cagliari

Dopo un film ben riuscito, pur senza lieto fine, spesso e volentieri arriva il seguito. Se poi la produzione arriva dalla Turchia può accadere che la storia si nutra di voci che tornano con le sembianze della telenovela, genere nel quale dalle parti di Istanbul sono tra i maggiori esponenti.

Sirene turche, il sequel
Sceneggiatura ritoccata leggermente, ma copione più o meno simile al primo episodio estivo. Il protagonista resta lui, Diego Godín. A cercare di convincerlo ancora una volta il Besiktas, campione in carica della Super Lig turca e al momento in sesta posizione in classifica nella stagione in corso. Questa volta, però, senza l’Europa da mettere sul piatto, visto che i bianconeri di Istanbul sono ormai fuori dai giochi sia in Champions League sia per il passaggio alla seconda fase di Europa League. Secondo i media turchi il Besiktas starebbe pensando nuovamente al Faraone per puntellare una difesa apparsa in difficoltà nella prima parte del campionato. Una corsa a due, perché le aquile nere avrebbero come primo obiettivo un altro calciatore della Serie A, il difensore del Sassuolo Kaan Ayhan. Un preferenza che nasce dal regolamento della Super Lig che prevede la presenza nell’undici da mandare in campo di 8 calciatori nazionali e 3 stranieri. Il centrale neroverde, pertanto, non occuperebbe uno degli slot previsti per i non turchi, aprendo lo spazio per ingressi in altri reparti.

Nodi e volontà
Il Besiktas, però, ha incontrato non poche difficoltà per trovare l’accordo con il Sassuolo già la scorsa estate, così il piano B che prevedrebbe un nuovo assalto a Godín non viene affatto scartato. Se da un lato gli emiliani non sembrano voler mollare la presa, dall’altro il Cagliari non disdegnerebbe lasciar partire Godín. Una situazione agli antipodi, visto che anche le volontà dei due giocatori sono opposte. Ayhan ha recentemente dichiarato di non essere felice a causa del scarso impiego con la maglia del Sassuolo e quindi ha aperto le porte a una cessione, al contrario il Faraone è sempre rimasto fermo nel suo desiderio di voler restare in Sardegna rispettando il contratto. Il Besiktas è pronto così a lasciar partire il congolese N’Sakala per liberare lo slot stranieri per Godín, anche se resta sempre da convincere il capitano della Celeste. Il Cagliari resta alla finestra, sperando che il Faraone rinunci al suo ingaggio fin troppo pesante per le casse rossoblù e che, finora, non è stato giustificato da prestazioni dello stesso livello, senza dimenticare i viaggi per raggiungere la nazionale e il perdurare del problema al ginocchio.

Nero Celeste
Il Besiktas offrirebbe un contratto al centrale uruguaiano da un anno e mezzo con opzione per un’ulteriore stagione, allungando così di dodici mesi l’accordo di Godín con il Cagliari a cifre leggermente inferiori a quelle percepite in rossoblù. Cifre che sono di fatto l’oggetto del contendere con il club di Via Mameli, un ingaggio da 3 milioni netti a stagione che il Cagliari vorrebbe eliminare dal proprio bilancio e che, peraltro, ha visto il tentativo di ridiscussione scontrarsi con il no del Faraone. Ad aiutare Giulini potrebbe però arrivare anche la situazione dell’Uruguay nelle qualificazioni al Qatar, ragione principale della volontà di Godín di restare in un campionato competitivo come la Serie A per poter raggiungere la convocazione ai Mondiali del 2022. La Celeste, dopo la sconfitta in Bolivia, è a serio rischio eliminazione e la perdita del vero obiettivo per Godín potrebbe aprire la strada a diverse soluzioni e a un ammorbidimento della sua posizione in merito a un trasferimento all’estero.

Matteo Zizola

 

Al bar dello sport

7 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti