agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-cragno-centotrentuno-sanna

Mercato Cagliari: la Francia chiama Alessio Cragno

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Uscire dalla propria comfort zone come dalla linea di porta sui cross alti in area. A volte bisogna rischiare, anche se l’ambizione potrebbe non essere la priorità rispetto a una posizione tranquilla tra i pali conosciuti. A maggior ragione se a chiederti il sacrificio è chi ti ha cresciuto, coccolato, fatto spiccare il volo.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

In volo
Come il vino più invecchia più è buono, così Alessio Cragno con il passare degli anni ha aumentato il proprio prestigio. Lontani i tempi delle difficoltà, quelli della possibile cessione a prezzo di saldo. Il prestito di Benevento a rilanciarlo, il ritorno a Cagliari, protagonista di ogni salvezza. L’infortunio in terra turca che non ha lasciato il segno, nemmeno il Covid è riuscito a battere l’Uomo Cragno. La corsa ora è verso il posto in nazionale per gli europei del prossimo giugno, ma non solo. La Sardegna e la maglia rossoblù sono una certezza, l’estremo difensore di Fiesole si trova a proprio agio e non avrebbe problemi a restare a difesa della porta del Cagliari. Tommaso Giulini, però, ha in Cragno il vero e proprio tesoretto per il prossimo mercato. E in Vicario un sostituto se non allo stesso livello, pronto per raggiungere le vette del numero 28.

Vive la France
Je n’ai pas peur de la route, non ho paura del cammino. La Francia chiama, tocca a Cragno decidere se rispondere. Una corsa a due, tra un Lille fresco campione della Ligue 1 e pronto a giocare la Champions League e un Marsiglia che cerca il futuro dopo Mandanda. Possibilità concrete e apertissime che dipendono non solo dalla volontà del portiere rossoblù, ma anche dalla capacità di spesa delle due compagini transalpine. Il Lille ha appena salutato il suo portiere titolare in direzione Milan, Mike Maignan, e ora va alla caccia del sostituito al quale consegnare i guanti per l’Europa. La possibilità di giocare la Champions League potrebbe tentare Cragno, ma attenzione al Marsiglia. Città di porto e di mare, più vicina a quella Cagliari nella quale l’estremo difensore rossoblù si trova alla grande. Sampaoli, allenatore dell’Olympique, lo ha detto chiaramente nei giorni scorsi: “Dovremo cercare probabilmente un altro portiere per la prossima stagione”, così il tecnico del Marsiglia in conferenza stampa, “Mandanda è un’icona del club, ha il vantaggio dell’esperienza. Chi arriverà dovrà essere in grado di competere con lui. Steve è parte della storia, ma dovrà lottare con un altro concorrente per il posto. Dovrà sentirsi motivato per restare ad alti livelli”.

Al momento il Lille è in pole position. Forte della liquidità arrivata dalla cessione del suo numero uno e soprattutto fortissima della vittoria del campionato che porta alla partecipazione diretta alla prossima Champions League. E se due indizi non fanno una prova, il terzo – il bisogno del Cagliari di fare cassa, ma senza svendere – esprime la sentenza. Far coincidere domanda, offerta e volontà di Cragno resta il punto cruciale del possibile affare. Il Cagliari ci pensa, il suo guardiano dei pali attende il proprio futuro dal ritiro della nazionale a pochi passi dalla sua seconda casa. Dal punto di vista tecnico per Semplici sarebbe come cadere in piedi, un sacrificio necessario ma quasi indolore. Tutte le strade portano ai saluti, almeno così dice la logica. Ma, come sempre, nel mercato tutto può cambiare.

Matteo Zizola

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti