Mercato Cagliari: le strategie di Carta per sfoltire la rosa

Per poter vendere, va da sé, serve chi voglia comprare. I due aspetti sembrano scontrarsi quando si parla degli esuberi in casa Cagliari in un senso, in quello opposto quando invece si guarda a chi non è in vendita, ma se arrivasse l’offerta giusta potrebbe comunque partire.

Quest’ultimo caso coincide con la situazione di Leonardo Pavoletti tra le dichiarazioni opposte del direttore sportivo rossoblù Pierluigi Carta e il collega genoano Daniele Faggiano. Il Cagliari alza il muro, Pavoloso non è cedibile e non sul mercato, il Genoa invece non nasconde il desiderio di riportare in Liguria il centravanti che tanto fece bene prima di passare al Napoli, anticamera del triennio in Sardegna. La sensazione è che come per Nainggolan le parole siano di circostanza com’è normale che sia, Pavoletti potrebbe sì tornare a Genova, ma senza la svendita da parte del Cagliari e solo al giusto prezzo.

Differenti invece le dinamiche che riguardano i giocatori ufficiosamente sul mercato, non dichiarati tali davanti ai microfoni ma ormai con le valigie in mano. Nella lunga lista rossoblù i due nomi che potrebbero presto lasciare la Sardegna sono Diego Farias e Alessandro Deiola. Il centrocampista di San Gavino ha una richiesta da parte dello Spezia, squadra in cui militò in prestito per sei mesi nel 2016 quando i liguri militavano in Serie B. L’affare potrebbe arrivare presto a compimento, anche se non solo i bianconeri sarebbero sulle sue tracce. Al momento l’unico blocco alla chiusura della trattativa potrebbe essere il discorso relativo alla lista da 25, Deiola è assieme ad Aresti e Pinna uno dei tre giocatori cresciuti nel vivaio rossoblù a riempire i 4 posti disponibili in rosa. Per questo il legame con l’affare Mancosu resterebbe in piedi a prescindere da un sempre meno probabile scambio con il Lecce, se dovesse tornare il capitano dei salentini allora ci sarebbe il semaforo verde per l’addio di Deiola alla maglia rossoblù.

Spezia che guarda ad Asseminello con interesse perché oltre al centrocampista la società di Volpi punta dritto anche a Diego Farias, tornato a Cagliari e in bilico tra giocarsi le proprie carte con Di Francesco e la partenza verso altri lidi. La seconda opzione è quella più probabile per il futuro, il mago di Sorocaba attendeva dopo l’offerta del Monza le proposte dalla Serie A e quella degli spezzini potrebbe accontentare sia lui che il Cagliari. Attenzione anche al Verona che starebbe premendo l’acceleratore per portare in gialloblù il brasiliano, una sfida a due che potrebbe allargarsi ad altre pretendenti anche se al momento la squadra di Italiano e quella di Juric sembrano aver intrapreso una corsa a due. Non manca poi la telenovela classica dei mesi estivi con protagonista Luca Ceppitelli. Nessun rinnovo del contratto in scadenza nel prossimo giugno per ora e nemmeno sembra esserci all’orizzonte la possibilità di una permanenza, anche perché il Cagliari starebbe cercando di inserire il quasi ex capitano in diverse trattative senza però successo. Prima la Fiorentina nell’affare Sottil, poi il Sassuolo nella suggestione Defrel, infine proprio il Genoa nella trama con protagonista Pavoletti.

Matteo Zizola

AL BAR DELLO SPORT

guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mario
Mario
04/09/2020 15:52

I direttori sportivi che non fanno cassa non servono. Con tutta le gente che il Cagliari vorrebbe vendere e’ entrato solo uno striminzito milioncino per ionita che aveva un valore di mercato di 3. Cosi’ non si va da nessuna parte

Daniele
Daniele
In risposta a  Mario
04/09/2020 21:15

Messaggio inutile e provocatorio…..se tutti fossimo ds o all altezza non avremmo parly sicuramente così ….