Mercato Cagliari, manca ancora una punta?

Gli ultimi aggiornamenti sulla sessione di calciomercato più pazza degli ultimi anni in casa rossoblù, con gli infortuni a Cragno e Pavoletti che stanno incidendo pesantemente sulle trattative.

Gli arrivi di Simeone e Olsen potrebbero aver completato il mercato in entrata del Cagliari, anche se le brutte notizie che arrivano sul fronte Pavoletti e la contemporanea cessione alla Juventus di Han porterebbero Giulini e Carli a cercare un nuovo attaccante per supportare un reparto che da trafficato è improvvisamente diventato povero. Il centravanti rossoblù, come avevamo anticipato nella giornata di ieri, starà fermo dai tre ai sei mesi per via della lesione del legamento crociato anteriore e del menisco esterno: i tempi variano a seconda che si proceda con un’operazione del ginocchio o meno, situazione pressoché simile a quella di Alessio Cragno con il portiere che si sottoporrà presto all’intervento chirurgico alla spalla e che resterà lontano dai campi per almeno 4 mesi.

ATTACCO, REPARTO IN BILICO – Dopo la cessione di Barella, dunque, sono gli infortuni a decimare la spina dorsale della passata stagione e a spegnere l’entusiasmo per un mercato scintillante a maggior ragione dopo l’arrivo del Cholito. Rimpiazzato così Pavoletti e attutito il ko Cragno con il prestito di Olsen dalla Roma, Maran ha a disposizione una rosa abbastanza completa anche se a causa della sfortuna la società potrebbe cercare un nuovo attaccante per completare il reparto composto da Simeone, Joao Pedro, Cerri, Ragatzu e Despodov. Proprio gli ultimi tre, tra l’altro, saranno in bilico fino all’ultimo giorno di mercato: il bulgaro ha rifiutato tutte le destinazioni proposte, il vice Pavoletti ha nuovamente deluso all’esordio e potrebbe trovare minutaggio altrove, mentre Ragatzu appare il più solido anche per il tema della lista. A tal proposito, detto che per quel che riguarda il portiere non ci saranno problemi e si agirà in deroga (esclusione iniziale di Cragno con rientro al posto di Rafael non appena sarà smaltito l’infortunio), restano ancora da sciogliere alcuni nodi numerici.

LISTA DEI 25: A OGGI DENTRO 22 OVER 22 – In questo momento il Cagliari ha 22 giocatori over 22 non cresciuti nel proprio vivaio, incluso quel Bradaric che ha le valigie in mano con un possibile ritorno in patria all’Hajduk Spalato oltre il solito Paok alla finestra. Con la cessione del croato non ci sarebbe spazio per nessun nuovo acquisto nel settore avanzato, a meno che non dovesse partire uno fra Cerri e Despodov o, alternativa possibile, non si decidesse di escludere Pavoletti dalla lista fino a gennaio qualora la degenza fosse oltre i 4 mesi. A prescindere dalla questione regolamentare, il Cagliari ha un gruppo molto numeroso e alcune cessioni potrebbero arrivare comunque: Romagna, under 22, Deiola, cresciuto nel vivaio, Pinna, anch’egli under 22, fino ad arrivare a Birsa, con i primi tre che non libererebbero posti, mentre lo sloveno aprirebbe uno spazio in rosa.

TOTO PUNTA – Con l’arrivo di Simeone e il contemporaneo infortunio di Pavoletti si apre nuovamente quel toto punta che sembrava terminato con l’acquisto del centravanti argentino. Giulini e Carli regaleranno a Maran un ulteriore nuovo attaccante? Come scritto in settimana, le voci arrivateci parlano di un possibile tentativo all’estero, sia di ritorno (una vecchia conoscenza del campionato italiano) sia di un giovane straniero in esubero in una squadra del campionato tedesco. I nomi sono top secret, ma non è affatto impossibile che il Cagliari si muova ulteriormente per regalare a Maran un’ultima pedina che possa completare un mercato sopra ogni previsione.

Matteo Zizola

Sponsorizzati