Mercato Cagliari, nodo cessioni: due nuove pretendenti per Bradaric e Despodov

Non solo gli innesti necessari come da richiesta di Di Francesco, ma le ultime ore di mercato del Cagliari vivono anche del tema esuberi. Troppi giocatori in rosa più la necessità di trovare i fondi per gli acquisti dell’ultim’ora guidano le scelte del duo Carta – Giulini.

+++ Aggiornamento delle ore 16:00 – Il PAOK ancora tentenna e Kiril Despodov e Filip Bradaric attirano nuove pretendenti: per il bulgaro la destinazione potrebbe essere la stessa. Sull’esterno del CSKA Sofia ci sarebbe un forte interessamento dell’AEK Atene: i gialloneri allenati da Massimo Carrera sono alla ricerca di un altro esterno dopo l’uscita di Verde allo Spezia di qualche settimana fa e l’infortunio rimediato ieri da Levi Garcia. Sirene ancora in Liga per il regista croato: non solo l’Eibar su Bradaric, ma anche, come rivela AS, l’Elche alla disperata ricerca di rinforzi in mediana. Sia in Spagna che in Grecia il mercato chiude alle 24:00 di oggi, quindi c’è del tempo in più per il Cagliari per cedere i giocatori+++ (m.p.)

Asse Cagliari – PAOK – Il matrimonio tra FIlip Bradaric e i bianconeri di Salonicco sembra sul punto di saltare esattamente come accaduto la passata stagione. Non tanto le difficoltà nel trovare un accordo, ma secondo quanto abbiamo raccolto il PAOK non avrebbe messo il regista croato in cima alla lista dei desideri. Il club greco starebbe cercando altri prospetti, così per Bradaric starebbe tornando in auge l’opzione spagnola. Non solo il Celta Vigo, ma anche l’Eibar avrebbero mostrato interesse per l’ex Rijeka.

Con il PAOK era aperta anche la trattativa per Kiril Despodov. Il bulgaro ha lasciato ieri la Sardegna, l’idea di andare a Salonicco con il compagno si è arenata nelle ultime ore. Come per Bradaric anche per Despodov il discorso è più una questione di scelte da parte del PAOK che di un mancato accordo e per lo shuttle si aprono ora nuovamente le porte della Turchia con il Galatasaray e il Goztepe in prima fila.
Non è comunque da escludere un ritorno del PAOK su entrambi i rossoblù nel tardo pomeriggio qualora i primi obiettivi del club greco non dovessero concretizzarsi.

Matteo Zizola

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
roberto
roberto
05/10/2020 13:34

Ridursi alle ultime ore di mercato per cedere almeno 6 giocatori della rosa denota come dopo tanti anni
l’attuale dirigenza del Cagliari sia ancora inadeguata e sprovveduta.

Riberto
Riberto
In risposta a  roberto
05/10/2020 14:06

D’accordissimo!

Enrico
Enrico
In risposta a  roberto
05/10/2020 14:25

È per tutte le squadre lo stesso problema, in più per Noi probabilmente i nostri esuberi non sono abbastanza appetibili o privi di mercato e richieste, soprattutto in un mercato privo di liquidità e crisi nera

ZioFranco
ZioFranco
In risposta a  Enrico
05/10/2020 16:10

E allora vuol dire che abbiamo sbagliato gli acquisti quando li prendemmo

Lapo 66
Lapo 66
In risposta a  roberto
05/10/2020 17:00

Guarda che non basta volerli cedere. Occorre anche qualcuno interessato, e come il Cagliari cerca di prendere Nainggolan a 7 milioni più un primavera, anche gli altri tirano il prezzo ed aspettano che gli altri abbiamo l’acqua alla gola… Lo fanno tutti, basta guardare un po’ di TV e, soprattutto, ascoltare quello che dicono da mesi.

Mario
Mario
In risposta a  roberto
06/10/2020 07:34

Che delusione! Ma come si fa? Affidare a Carta (incompetente) la gestione di una società di serie A. Purtroppo Giuliani ha solo i soldi che visto l’andazzo sta spendendo malissimo. I soldi per Marin si spendeva o per Naingolaan tenendo Ladinetti a crescere in casa e i vari bidoni come Cerri e altri dovevano essere apropriatamente ceduti invece ora abbiamo tanta zavorra inutile!