Mercato Cagliari, tutti gli agenti dei rossoblù | Parte 2

Inizia il conto alla rovescia per la ripresa del campionato, 20 giugno come data probabile dopo le parole di Cosimo Sibilia, componente del consiglio Figc e presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Poco meno di un mese dunque a quelle 13 finali – Zenga dixit – e con un finale di stagione che sarà giocoforza contingentato, salgono le quotazioni dei ragazzi di Max Canzi, protagonisti con la squadra Primavera di un torneo sopra le righe interrotto sul più bello quando la classifica parlava di secondo posto e di playoff ormai in mano.

Prestiti e futuro incerto

L’importanza degli agenti, come abbiamo raccontato ieri per la prima squadra, è un tema da non sottovalutare anche per i ragazzi della Primavera e quelli ancora più giovani, senza dimenticare alcuni prestiti di ritorno che diventeranno utili per il Cagliari 2020-21. Partendo dai prestiti più importanti, Guglielmo Vicario è assistito dallo stesso agente di Joao Pedro, Marco Piccioli, e dovrebbe tornare a Cagliari a farsi le ossa dietro Alessio Cragno.
Ancora ventenne e con persino una presenza in Champions League con la maglia della Juventus, Fabrizio Caligara e il suo agente Luca Ariatti cercheranno di capire le intenzioni della società rossoblù, tra possibile nuovo prestito e chissà, cessione definitiva. Stesso discorso per Damir Ceter, assistito dalla Manager Foot, il cui futuro è incerto dopo i prestiti di Olbia e Chievo. Marko Pajac, seguito dalla PRO Transfer, non ha trovato spazio a Genova e il suo rientro a Cagliari appare scontato: vista la penuria di esterni sinistri per la prossima stagione potrebbe avere una nuova occasione in Sardegna almeno in ritiro. Spinosi – almeno sulla carta – i casi di Lucas Castro (agente Fernando Cosentino) e Filip Bradaric (Relatives): El Pata deve giocare almeno una partita da qui a fine stagione perché la Spal abbia l’obbligo di riscatto, il croato potrebbe restare a Vigo anche se con la nuova situazione economica l’acquisto da parte dei galiziani non è più scontato come prima della crisi. Simone Pinna, da gennaio a Empoli, è assistito da Filippo Pirisi e, considerando le regole della lista da 25, ha molte possibilità di tornare in rossoblù a fine stagione per restarci. Sicuri i ritorni alla base anche di Alberto Cerri (scuderia TMP Soccer) e Kiril Despodov (Vasilev & Co.): il centravanti scuola Parma si invertirà nuovamente con Alberto Paloschi, mentre il bulgaro ha fatto molto bene in Austria prima dell’infortunio e il Cagliari sembra voler puntare forte su di lui per il futuro.

La banda di ragazzini terribili

Passando ai giovani virgulti rossoblù, il già citato Pirisi segue anche Riccardo Ladinetti – da più parti definitogià pronto al salto tra i grandi – e un duo di sardi, Riccardo Doratiotto a Olbia e Nino Pinna, giovane che quest’anno ha sorpreso in positivo al Latte Dolce e che potrebbe tornare a Cagliari la prossima stagione in chiave settore giovanile. Davide Lippi, figlio dell’ex CT e ben noto per il suo ruolo di intermediario nell’affare Nández della scorsa estate, è l’agente attraverso la sua Reset Group di tre ragazzi rossoblù di buone speranze: Ciocci, Marigosu e Carboni. Il primo è stato già aggregato più volte alla prima squadra, svolgendo anche il ritiro precampionato 2019 tra Aritzo e Pejo, il secondo da poco ha ricevuto l’endorsement di Cossu mentre Carboni è forse quello, insieme al succitato Ladinetti, con maggiori possibilità di esordio in Serie A da qui a fine stagione. Alessandro Lombardi è assistito dalla MCDR Sport Management, mentre un altro nome noto nell’ambiente cagliaritano è quello di Alessandro Beltrami che oltre a Radja Nainggolan segue anche la giovane punta Gagliano oltre ai due prestiti olbiesi Biancu e Pitzalis, e infine non vanno dimenticati il polacco Mas (Tomas Drankowsky il suo procuratore), Cusumano (Vigorelli) e Contini (Mauro Garau). Chiusura sui due possibili crack nel vivaio rossoblù, ovvero l’argentino Isaias Delpupo, assistito dall’agenzia Quadratum, già mediatrice nella trattativa Despodov e l’ormai quasi sedicenne (il prossimo 27 giugno) Michele Masala, già nel giro delle under azzurre, che dovrebbe a breve firmare il primo contratto con il Cagliari – per evitare un caso Gnonto-bis –, in cui verrà seguito dal suo agente Francesco Deplano.

Con il futuro che verrà sempre più affidato ai piedi di giovani prospetti cresciuti in casa, i nomi degli agenti che seguono i ragazzi rossoblù potrebbero salire ben presto alla ribalta. Come per i grandi, anche con loro Giulini e Carli dovranno fare attenzione e non farsi scappare giocatori che, per via della crisi, potrebbero valere molto di più in chiave sia economica che sportiva rispetto al passato.

Matteo Zizola

avatar
500