agenzia-garau-centotrentuno

Nandez-Cagliari, il saluto del mondo Boca

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo una lunga attesa è arrivato il giorno di Nahitan Nández?

Nella notte Giulini e tanti tifosi del Cagliari avevano lo sguardo rivolto alla Bombonera dove il Boca ha guadagnato il pass per i quarti di Copa Libertadores: una vittoria per due a zero sotto il segno proprio del prossimo futuro sposo rossoblù Nández, non solo per la grande gara disputata secondo tutti i media argentini, ma soprattutto per la passerella finale con i saluti alla “Doce“, la curva dei tifosi gialloblù. Un’ovazione al momento di lasciare il campo al 75′, sostituito per evitare un infortunio muscolare come dichiarato dal suo quasi ex allenatore Alfaro, le parole del suo tecnico a dare ulteriore conferma che quelli di stanotte sono stati gli ultimi minuti del León in maglia Xeneize: “Mi mancherà Nahitan, gli costa molto lasciare il Boca, non sentire più ciò che si prova in questo stadio. Mi ha detto che nell’ultimo semestre si è sentito felice”. E ancora, “Non ho dubbi che tornerà al Boca”, ha ribadito Alfaro, “gli ho detto durante la Copa America che sarebbe potuto partire, ma di lasciarci dopo averci portato ai quarti di Libertadores e mi rispose che non aveva dubbi a riguardo, che saremo arrivati ai quarti di finale”.

Mantenuta la promessa fatta, Nández può così abbracciare i suoi nuovi tifosi del Cagliari, come confermato sempre da Alfaro: “Ha detto a tutta la squadra che oggi era la sua ultima gara”, ha ribadito il tecnico, sempre restio prima di oggi nell’accettare la partenza, “gli ho detto che gli scriverò a distanza, lo criticherò e gli dirò le cose (che sbaglia), ma mi mancherà”. Un giocatore entrato nei cuori di tutto il mondo Boca, come testimoniano i saluti social dei compagni (Buffarini e l’ex Lazio Zarate fra gli altri) e quelli sul campo del nuovo acquisto Salvio, in gol la scorsa notte, ma come soprattutto testimoniano i tifosi fra cori verso il León e le ultime ore pre e post partita piene di lacrime e desiderio di vederlo ancora giocare nella Bombonera.

Mancano solo gli ultimi passaggi di rito, visite e firma, prima di vedere Nahitan Nández in rossoblù: i tifosi attendono, stremati da una trattativa estenuante (Giulini dixit), ma pronti ad accogliere un nuovo pezzo di storia uruguagia in Sardegna. Da Francescoli a Diego Lopez, passando per Tabarez, Abeijon e Dario Silva, riuscirà Nández a lasciare il segno nei cuori rossoblù?

Matteo Zizola