“Nandez? Potrebbe chiedere la cessione”

Mentre si attende l’esito dell’incontro fra Giulini e il presidente del Boca Juniors Angelici, i tifosi fremono in attesa di capire se Nahitan Nández vestirà presto rossoblù.

A Buenos Aires le radio la fanno da padrona, una realtà molto simile a quella di Roma per non dire superiore per quantità di chiacchiere intorno alla propria squadra. Abbiamo così contattato uno dei giornalisti che si occupa dei Xeinexes proprio in numerosi programmi sportivi, Diego Yudcovsky di Boca De Selección AM 770, per sapere come stanno vivendo nella capitale argentina il ritorno della telenovela Nández – Cagliari dopo la prima parte vissuta a Gennaio.

“Penso che Nández, qualora l’offerta sia concreta come sembra, chiederà di lasciare il Boca. A gennaio alla fine restò in gialloblù, ma non è assolutamento contrario ad andarsene dall’Argentina: è giovane (24 anni a dicembre) e sicuramente in Europa il tenore di vita è migliore che a Buenos Aires.
Certo, giocando per il Boca non se la passa male, ma ovviamente la situazione è incomparabile con quella del Vecchio Continente”.

Uno dei temi più discussi in questi giorni è stato quello della clausola, con da una parte il presidente Angelici che desiderebbe incassare il più possibile e dall’altra Giulini che si fa forza del contratto del gicoatore in scadenza a giugno 2020.

“È molto probabile che possa essere venduto a un prezzo inferiore della clausola (20 milioni di euro, ndr), ma resta il tema di un giocatore che è molto considerato dai tifosi e dalla società e che inoltre è titolare della sua nazionale”.

Nel frattempo Nández si è unito ai compagni in ritiro dopo l’esperienza in Copa America, in attesa di sapere quale sarà il proprio futuro: resta per ora valida la promessa di restare con la maglia del Boca fino al ritorno di Copa Libertadores, ottavi di finale, previsto per l’1 agosto.
D’altra parte dall’Argentina filtra ottimismo per la chiusura del prossimo acquisto, Salvio del Benfica, che dovrebbe rimpiazzare proprio Nández nello schieramento del tecnico Alfaro.
Il Cagliari, intanto, spera di poter accogliere il centrocampista prima di fine mese: Giulini ha fretta di chiudere e di regalare ai tifosi una risposta dopo la cessione di Barella e un inizio mercato non proprio carico di fuochi d’artificio.

Matteo Zizola

Sponsorizzati