agenzia-garau-centotrentuno
serie-c-olbia-esultanza-centotrentuno-giordano

Olbia, troppe X hanno cancellato il sogno playoff

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Grazie lo stesso Olbia. Sfuma con un turno d’anticipo il sogno play-off dei bianchi galluresi, fermati sul 3-3 casalingo dal Novara e distanziati 4 punti dal decimo posto ma non per questo ridimensionati nella valutazione di una stagione che non può che esser considerata positiva.

Con i 47 punti in classifica, record della società in terza serie, e 90 minuti ancora da giocare, capitan Emerson e compagni potranno congedarsi dal torneo a testa alta, con la salvezza blindata con un girone di ritorno da top club e l’orgoglio di essersi giocati fino all’ultimo le proprie possibilità.

Diciassette X. A voler cercare un filo conduttore stagionale, semmai, viene da parafrasare Venditti e dire che questa squadra è “Nata sotto il segno del pareggio”, visto che sono 17 le partite finite in parità, come la Vibonese nel girone C e meglio soltanto del Fano (18) in quello B. Tuttavia, interessante dato statistico, entrambe queste formazioni sono coinvolte nella lotta playout, avendo perso più partite dei bianchi, che al contrario hanno in parità anche il bilancio tra vittorie sconfitte: 10 per parte. Incrociando i dati del girone, l’Olbia ha perso meno partite del Renate terzo in classifica (11), oltre che delle dirette concorrenti per i playoff Pontedera (11), Grosseto e Novara (12) e Juventus (13). Una beffa vera e propria, specialmente ripensando al girone d’andata con diverse ottime prestazioni non coronate dai 3 punti che, col senno di poi, hanno un peso specifico davvero importante sulla classifica attuale.

Chiudere in bellezza. Ma tant’è, inutile piangere sul latte versato e – d’altro canto – nessuno nello staff ha intenzione di farlo, così l’obiettivo è già puntato all’ultima sfida stagionale contro il Grosseto, in quello che sarebbe potuto essere uno spareggio e invece avrà valore reale solo per i maremmani, per quanto è sicuro che i galluresi non andranno a fare passerella. C’è da provare a migliorare ulteriormente la propria classifica, come detto, oltre che provare ad aiutare Ragatzu a raggiungere e superare il record di 15 gol stagione (al momento 14) e chissà che dopo Belloni non ci sia occasione per qualche altro brindisi. Inoltre – fattore da non sottovalutare – la sfida di domenica si potrà giocare con un’intera settimana di riposo alle spalle: un vero e proprio lusso che nell’ultimo mese non era mai stato possibile per la truppa bianca. Un’occasione per chiudere in scioltezza prima di fare i conti e iniziare a gettare le basi per l’Olbia che verrà.

Claudio Inconis

TAG:  Olbia Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti