agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-sottil-centotrentuno-sanna

Parma e Cagliari vanno di fretta: che sfide sulle fasce

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Karamoh contro Sottil e Gervinho contro Nandez: le sfide sugli esterni infiammeranno il match in programma domani al Tardini.

Poco tempo per riflettere. Dopo il 3-1 al fotofinish contro l’Inter, per il Cagliari è già tempo di vigilia della seconda, importantissima gara in pochi giorni. Quella contro un Parma che, in casa dell’altra milanese, ha accarezzato fino all’ultimo l’insperata impresa nel posticipo di domenica scorsa. E allora, al Tardini, ecco servito lo scontro diretto tra due squadre divise da un solo punto in classifica. Una sfida tra chi sarebbe potuto finire sulla panchina isolana e chi, invece, ha poi vinto con ampio distacco la corsa per assumere la guida della banda rossoblù. Liverani contro Di Francesco, dunque. Ma non solo. Il duello tra Cagliari e Parma potrebbe essere uno di quelli a tutta velocità, una corsa condotta soprattutto sulle fasce. Karamoh e Gervinho da una parte, Sottil e Nandez dall’altra. Una gara tra frecce tanto diverse ma, al contempo, fondamentali nei rispettivi 4-3-1-2 e 4-2-3-1 delle proprie squadre.

A destra

I suoi 22 minuti in campo contro l’Inter avranno sicuramente fatto tirare un grosso sospiro di sollievo a Di Francesco. Dopo la positività al Covid-19 e il periodo di stop forzato, Nahitan Nandez è finalmente tornato a diposizione dell’allenatore che lo aveva sempre schierato titolare nei primi 8 turni di campionato. E domani, in casa del Parma, l’insostituibile centrocampista uruguaiano è subito atteso da un compito sicuramente complicato. La consegna? Riuscire ad arginare quel Gervinho reduce dall’ottima prova in casa del Milan e grande protagonista in questa stagione con 4 reti e un assist collezionati. La corsa e la spregiudicatezza dell’ivoriano contro la garra e la grinta de “El León”. Il duello che potrebbe andare in scena al Tardini è pronto ad offrire spettacolo e consegnare a Di Francesco indicazioni preziose a proposito della forma fisica di uno dei suoi giocatori chiave.

A sinistra

Dopo il primo gol in Serie A messo a segno contro il Crotone, Riccardo Sottil sembra averci davvero preso gusto. Contro l’Inter, ecco infatti la seconda magia in campionato dell’esterno ex Fiorentina, esploso definitivamente dopo una prima fase di assestamento nell’isola. Le undici presenze su 11 in A, le due in Coppa Italia (condite dal gol-vittoria col Verona) e gli 845 minuti totali in campo sono numeri che sottolineano ormai la grande fiducia riposta da Di Francesco sulle spalle del suo esplosivo attaccante ventunenne, pronto a vestire ancora una volta la maglia da titolare nello scontro diretto di domani. Davanti a lui, in una sfida tra giovani centometristi, ci sarà probabilmente Yann Karamoh. Un ventiduenne rapido e imprevedibile che sembra aver finalmente trovato quella tanto sospirata continuità che gli era mancata nelle ultime annate italiane e già andato in gol nella sconfitta per 3-2 contro l’Udinese.

Karamoh e Gervinho da una parte, Sottil e Nandez dall’altra. Giocatori diversi ma, al contempo, fondamentali per i propri allenatori. Uomini pronti ad infiammare la sfida tra Cagliari e Parma con i loro duelli sulle fasce.

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti