Coppa Italia, tante eliminazioni per i sardi

Più ombre che luci per i sardi impegnati nel secondo turno di Coppa Italia giocato nel weekend.

Supera il turno il difensore della Cremonese Antonio Caracciolo; schierato titolare nel 3-5-2 di Massimo Rastelli, il centrale originario di Aggius si disimpegna bene nella facile vittoria dei grigiorossi contro la Virtus Francavilla. Gioisce anche Ignazio Carta: il centrocampista cagliaritano parte titolare all’esordio col Carpi nella gara col Livorno, che ha visto gli emiliani sbancare il Picchi col gol dell’ex Arzachena Michele Vano. Passa il turno anche il Pisa di Nicolas Izzillo: il maddalenino ha osservato dalla panchina la facile vittoria dei nerazzurri (3-0) sul Potenza di Francesco Dettori e del sardo-brasiliano Emerson Borges. 

Esordio non felice per Marco Sau con la maglia del Benevento: la squadra di Pippo Inzaghi è stata sconfitta a sorpresa dal Monza per 3-4 (reti sannite dell’ex Cagliari Tello). L’attaccante di Tonara, entrato sull’1-3 al 58′, dà vivacità all’attacco senza però lasciare il segno in area di rigore. Eliminazione anche per Daniele GIorico con la maglia della Triestina. Gli alabardati cedono con orgoglio al Perugia (1-0) al Renato Curi: prestazione un po’ sotto le aspettative per il centrocampista centrale, sostituito da Coletti al 68′. A pochi giorni dal suo passaggio al Catanzaro, Paride Pinna ha debuttato con la sua nuova maglia nella sconfitta di Salerno (3-1, a segno con una doppietta anche l’ex Cagliari Giannetti): per il mancino di Bottidda 35′ senza particolari squilli e un giallo per un fallo su Lombardi al 71′.

Si interrompe l’avventura anche del Mantova di Luigi Scotto: dopo l’exploit contro il Siena, i virgiliani cedono 3-2 solo al 91′ contro il Pescara. Per l’attaccante sassarese gara di sacrificio e lotta con poche chance per lasciare il suo nome nel tabellino dei marcatori. Fine della corsa anche per il Pordenone dei sardi Salvatore Burrai e Francesco Bombagi: i ramarri sono stati eliminati a sorpresa dalla Feralpisalò per 1-2 e salutano la Coppa nazionale. Il regista di Orosei è tra i più pericolosi dei suoi con due punizioni neutralizzate da De Lucia, mentre il centrocampista sassarese ha giocato solo 7′ nel finale di gara con la squadra di Tesser riversata in attacco. Eliminazione non preventivata anche per la Virtus Entella di Matteo Mancosu: l’attaccante cagliaritano non lascia il segno e viene sostituito al 76′ da Morra nella sconfitta interna contro il Sudtirol per 1-2. Amarezza anche nel Cosenza di Riccardo Idda: il difensore algherese è tra i migliori nel reparto arretrato dei lupi che cadono a Monopoli per 1-0.  Prima gara tra i professionisti per Antonio Mesina nello spettacolare 4-3 rifilato dal Crotone all’Arezzo: l’attaccante fa il suo ingresso in campo all’83’ per dare manforte al reparto avanzato amaranto e solo una chiamata di fuorigioco impedisce al sardo di presentarsi a tu per tu col portiere degli squali. Panchina per l’estremo difensore Riccardo Daga nel sorprendente Arezzo di Di Donato.

Matteo Porcu

Sponsorizzati