agenzia-garau-centotrentuno
Antonio Mesina guarda il portiere della Lavagnese al rinvio | Foto Usd Lavagnese/Lucrezia Corciolani

Sardi on the Road | Continua il magic moment di Mesina, prima gioia per Carta

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Torna “Sardi On The Road”, la rubrica che si occupa dei giocatori sardi sparsi nei vari campionati internazionali e nazionali: prima puntata della stagione 2021-22.

[IMPORTANTE: segnalate sulle nostre pagine social gli eventuali giocatori non presenti nella lista]


SERIE A

Nicolò Barella (Inter): è uno dei migliori nella sconfitta con coda polemica dell’Inter all’Olimpico contro la Lazio di Immobile, guadagnando il rigore per il vantaggio nerazzurro firmato da Perisic.

Nicola Murru (Sampdoria): subentra ad Augello nella sua Cagliari, ma si lascia sovrastare da Nandez per il definitivo 3-1 firmato da Joao Pedro al 94′.

Salvatore Sirigu (Genoa): incolpevole sui due gol di Scamacca, è prodigioso in chiusura di primo tempo sull’esterno destro di Djuricic deviato sul palo, una parata che permette al Genoa di non crollare e raggiungere poi il 2-2.


ESTERO

Dario Del Fabro (RFC Seraing): entra a 20′ dalla fine della sfida contro il St.Gilloise, nel bel mezzo dell’assedio avversario. Prova a chiudere Vanzeir in occasione del 3-2, non può nulla sulla progressione di Mitoma per il definitivo 4-2: il cartellino giallo all’81’ completa una gara da dimenticare in fretta per l’algherese.


SERIE B

Mauro Vigorito (Cosenza): croce e delizia per i rossoblù calabresi nella sfida contro il Frosinone, con almeno un paio di parate decisive prima della topica al 71′, quando un suo rinvio sbagliato sui piedi di Charpentier origina il gol dell’1-1 firmato Novakovich.

Aldo Florenzi (Cosenza): un quarto d’ora senza squilli nel pareggio interno contro il Frosinone.

Salvatore Burrai (Perugia): fuori per infortunio nell’1-0 del Grifo contro il Brescia di Cellino.

Antonio Caracciolo (Pisa): non riesce ad anticipare Mulattieri dopo 90′ secondi nella sfida contro il Crotone, poi devia con la schiena il destro di Zanellato che vale il raddoppio. Prova a rifarsi al 72′ su colpo di testa, ma Festa gli dice di no.

Giuseppe Mastinu (Pisa): prima sfiora l’assist su punizione per Sibilli, che da due passi mette a lato. Poi sbaglia l’uscita al limite dell’area, con Zanellato che lo punisce con un tiro da fuori deviato in gol da Caracciolo. Sostituito al 56′.

Marco Mancosu (Spal): titolare nello 0-0 di Cittadella, non arriva di un soffio in scivolata sul pallone di Latte Lath al 65′ che avrebbe potuto valere il vantaggio.

Marco Sau (Benevento): il tonarese parte dall’inizio nell’1-1 contro la Cremonese ed entra, suo malgrado, nell’azione del pareggio di Fagioli, non riuscendo a tenere il pallone sulla trequarti e favorendo lo slalom del talentino scuola Juventus.


SERIE C

Daniele Giorico (Triestina): rientro in campo per l’algherese che subentra nella ripresa della sfida vinta di misura dagli alabardati contro il Fiorenzuola.

Andrea Cocco (Seregno): sfiora il raddoppio per il Seregno contro la Juve U23 in tre occasioni, all’8′ e al 23′ Garofani gli nega la gioia del gol, al 32′ mette fuori di testa da ottima posizione. Sostituito al 46′.

Nicholas Izzillo (Trento): 90 minuti in campo nella difficile trasferta di Padova dove i gialloblù di Parlato sfiorano il pareggio.

Gianluca Contini (Legnago): affonda come i suoi nel 5-1 di Salò contro la Feralpi.

Mattia Pitzalis (Legnago): soltanto panchina nella pesante sconfitta contro la Feralpisalò.

Mattia Muroni (Reggiana): prima da titolare per l’ex Olbia e Cagliari nel centrocampo granata di scena a Grosseto, la fiducia di Diana lo esalta e alla fine del match è uno dei migliori tra gli ospiti con movimento costante, tanto fosforo e corsa.

Stefano Guberti (Siena): il capitano bianconero parte dall’inizio nella sfida interna vinta dai toscani contro l’Entella (1-0), ma non riesce a lasciare il proprio segno sul match, tanto da essere sostituito dopo un’ora di gioco da Gilardino.

Riccardo Daga (Viterbese): l’ex Cagliari resta in panchina nella sconfitta di Modena (2-0).

Federico Marigosu (Grosseto): tutto il match seduto in panchina a guardare i compagni pareggiare contro la capolista Reggiana (0-0).

Davide Arras (Grosseto): parte titolare nel pareggio a reti inviolate contro la Reggiana, ha una grande occasione al 16′ ma Voltolini gli esce sui piedi, con più di una protesta da parte dei padroni di casa. Esce al 70′ per Fratini.

Riccardo Doratiotto (Montevarchi): 90 minuti in panchina per l’ex Cagliari nella sconfitta contro l’Ancona Matelica (2-0).

Francesco Bombagi (Catanzaro): nel 3-0 dei giallorossi sul Taranto dopo 5′ apre il destro che, ribattuto, culmina nel gol annullato a Cianci. Poi entra anche nel vantaggio calabrese firmato dallo stesso Cianci, ancora con un destro ribattuto. Poi colpisce il palo su colpo di testa, ma l’arbitro ferma il gioco e una traversa al 67′.

Luca Gagliano (Avellino): un tiraccio alto col mancino dopo 40 secondi, poi null’altro nell’1-1 di Andria con la Fidelis. Sostituito al 55′.

Riccardo Idda (Virtus Francavilla): è suo l’assist in scivolata per il vantaggio di Delvino contro il Catania, che trova poi il pareggio dopo un’azione convulsa in cui il suo intervento pulito non basta a liberare la propria area, con un compagno che stende Ceccarelli per il rigore trasformato da Moro. Si rende pericoloso ancora in avanti a inizio ripresa, ma il suo tiro dal limite finisce alto (1-1).

Francesco Dettori (Picerno): in panchina nella vittoria esterna dei suoi contro la Juve Stabia (2-3).

Filippo Mascia (Latina): in panchina nella sconfitta contro la Vibonese dell’algherese Caneo (2-0).

Pietro Ladu (Campobasso): ancora ai box per l’infortunio alla spalla patito in estate, out nella sconfitta interna contro il Bari (1-3).


SERIE D

Andrea Demontis (Imperia, A): all’esordio con la nuova maglia l’ex Lanusei è certamente uno dei più attivi tra i liguri, ma nulla può contro il Borgosesia che segna 3 volte nel primo tempo (1-3).

Roberto Cappai (Città di Varese, A): si avvicina sempre più il ritorno in campo per il bomber ex Carbonia, costretto ancora a guardare i compagni dalla tribuna nel pareggio 1-1 contro il Chieri.

Antonio Mesina (Sestri Levante, A): ancora un gol per il centravanti di Dorgali che decide il match casalingo contro la Lavagnese sfruttando un’esitazione della difesa bianconera, capitalizzando al meglio una ripartenza.

Niccolò Cabras (PDHAE, A): in panchina nel pirotecnico 4-4 degli aostani a Vado Ligure.

Matteo Cossu (Vado, A): in campo per tutti i 90 minuti contro il PDHAE, l’ex Olbia avvia l’azione dell’1-1 firmato poi da Di Salvatore, prima di sprecare una ghiotta occasione a 13 dalla fine.

Francesco Virdis (Asti, A): ancora in campo nella ripresa il bomber di Bono, che però non riesce a evitare la sconfitta esterna contro il Derthona (2-0).

Gioele Deiana Testoni (Asti, A): fuori dai convocati dopo il serio infortunio al braccio nella prima giornata di campionato.

Ignazio Carta (Desenzano Calvina, B): prima gioia con la maglia dei lombardi per l’ex vivaio Cagliari, che dopo 3 minuti regala il momentaneo vantaggio ai suoi su calcio di punizione dal limite. Rete che non servirà a portare punti, con il Sangiuliano che rimonterà fino all’1-2.

Mario Chessa (Castellanzese, B): SuperMario resta in panchina per tutto il match perso dai neroverdi contro la Casatese, un 3-1 che costa carissimo al tecnico Ardito, esonerato e sostituito da Cotta.

Simone Solinas (Campodarsego, C): l’attaccante sassarese subentra a Mobilio al 54′ del match contro l’Ambrosiana, subito dopo il gol dei suoi che vale la vittoria e il terzo posto in classifica.

Alessandro Aloia (Ghiviborgo, D): ko fuori casa per i toscani, con l’attaccante cresciuto nell’Olbia che è l’unico a non arrendersi: cerca il gol in rovesciata, poi con un colpo di testa e rimedia un cartellino giallo prima di lasciare il campo poco dopo l’ora di gioco.

Michele Pisanu (Arezzo, E): esordio per l’ex Latte Dolce con la maglia dei toscani nel successo per 3-2 sul Foligno. Il numero 6 entra nel secondo tempo ma non riesce a evitare il provvisorio 2-2 di Belli, scivolando al momento di opporre il corpo al tiro della meteora torresina.

Fabio Mastino (Arezzo, E): ingenuità per l’ex Carbonia, che regala un rigore al Foligno che, per sua fortuna, Peluso manda sulla traversa.

Paride Pinna (Arezzo, E): in panchina nel successo interno sul Foligno.

Stefano Sarritzu (Flaminia, E): di nuovo una gara da subentrato per il quartese nel pareggio esterno contro il Cannara (1-1).

Fabio Fredrich (Notaresco, F): fuori dai convocati nel pareggio esterno contro il Porto d’Ascoli (1-1).

Giuseppe Ghiani (Nereto, F): 90 minuti per il terzino scuola Cagliari nel buon 1-1 casalingo contro la Sambenedettese.

Andrea Congiu (Matese, F): partita di sostanza per il centrale sassarese nel successo esterno dei campani sul Fano (0-1).

Andrea Feola (Casertana, H): fuori per infortunio nella vittoria esterna di misura dei rossoblù contro il Nardò (1-2).

Davide Piga (Rotonda, H): in panchina nel pareggio 1-1 contro il San Giorgio.

Andrea Cadili (Acireale, I): l’ex capitano del Cagliari Primavera è solido nello 0-2 esterno con cui i granata superano la Sancataldese, andando vicino al gol con un bel mancino al volo dal limite che finisce di poco sopra la traversa.

Samuele Spano (Trapani, I): esordio per l’attaccante gallurese con la maglia di una delle nobili decadute del girone I, ma nei 45 minuti più recupero a sua disposizione non riesce a lasciare il segno.

Fabio Oggiano (Gelbison, I): solo panchina per l’attaccante sassarese nel pareggio esterno contro il San Luca (1-1).


Francesco Aresu

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti