agenzia-garau-centotrentuno
arvia-muravera

Serie D, la 7^ giornata: incroci delicati per Torres e Muravera

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il nostro focus sul settimo turno di campionato per le sette squadre sarde impegnate nel girone G di Serie D.

Nuova Florida-Torres 

Dopo la bella vittoria di Ostia, per i ragazzi di Greco è ancora tempo di trasferta nel Lazio per sfidare la squadra allenata da Andrea Bussone, che insegue i rossoblù in classifica a un solo punto di distanza. Perso Coratella, salito di categoria in estate passando al Picerno, i biancorossi hanno sostituito il bomber della passata stagione con Persichini, preso dal Monterosi e già a segno 3 volte fin qui, decidendo peraltro la sfida di Ilbono contro il Lanusei. Il passo falso contro il nuovo Cynthialbalonga ha fermato la corsa di Tamburlani e soci, ma ad Ardea ha vinto soltanto la schiacciasassi Giugliano. Dopo la partenza a rilento nei primi due turni, Scotto e soci sono attesi dall’ennesima dimostrazione di forza alla ricerca dei tre punti per continuare la scalata al vertice, in attesa dei risultati delle avversarie. Buone notizie per Greco che recupera Bianchi dopo il doppio turno di squalifica, un ritorno utile per avere un cambio in più a centrocampo e provare a dare continuità alla serie di 4 vittorie consecutive iniziata con il 4-0 del Vanni Sanna contro il Cassino.

Muravera-Ostiamare

Nuova sfida di livello per i gialloblù di Francesco Loi che ospitano gli ostiensi allenati dall’ex Lanusei e Torres Aldo Gardini, punito una settimana fa dai rossoblù allo stadio Anco Marzio. I sarrabesi, finora incapaci di pareggiare (4 vittorie e 2 ko), sono reduci dalla sconfitta all’inglese di Giugliano, ma sono pronti a ripartire sul proprio terreno dove fin qui hanno soltanto vinto (chiedere a Uri, Lanusei e Cynthialbalonga) e non intendono fare sconti ai viola, fermi a metà classifica a 8 punti nonostante ben altre ambizioni. Ancora con il dubbio legato ai senatori Nurchi e Vignati, Loi si affida alla vena di Mancosu, autore fin qui di 3 reti e alla verve dello scugnizzo Del Gaudio per superare la resistenza della difesa laziale.

Arzachena-Real Monterotondo Scalo

Torna al Biagio Pirina l’Arzachena di Nappi, che ospita il fanalino di coda Monterotondo dopo il bel successo di Cassino: un 1-3 di personalità per gli smeraldini, capaci domenica di rimontare i laziali grazie ai gol dei senatori Bonu, Bonacquisti e Loi. Il tecnico romano ha recuperato il capitano dopo settimane di assenza e il ritorno in campo del 34enne di Ferentino si è sentito: in vista del match di domenica Nappi avrà praticamente tutta la rosa a disposizione, fatta eccezione per il secondo portiere Castaldo. L’obiettivo è continuare a fare punti preziosi per poi capire, una volta per tutte, che tipo di direzione dare al proprio campionato.

Latte Dolce-Atletico Uri

Non è Serie D senza almeno un derby sardo e domenica va in scena al Vanni Sanna quello tra due delle tre formazioni del Nord-Ovest dell’Isola. Sarà una sfida molto interessante quella tra Scotto senior e Paba, uno dei tanti ex della giornata: sul fronte Uri Scanu, Ravot, Carlo Piga e Pittalis, dall’altra parte Tedde e Giovanni Piga. I padroni di casa devono scuotersi dopo le ultime tre sconfitte consecutive in cui hanno dimostrato di valere più dei 5 punti raccolti fin qui: anche nel recupero contro l’Afragolese Cabeccia e compagni hanno mostrato di potersela giocare alla pari, ma i troppi errori davanti alla porta avversaria hanno pesato, con l’ennesima beffa su calcio piazzato nel finale. Sulla sponda giallorossa il morale è altissimo dopo la vittoria in extremis sul Gladiator con il gol di Piga e la voglia di giocare un tiro mancino ai biancocelesti da parte di Calaresu e soci è forte. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per un match divertente, con l’incognita pioggia (è atteso un acquazzone) stando alle previsioni meteo per domenica.

Carbonia-Cassino

Dopo il rinvio della sfida di domenica a Ilbono, a Sant’Anna Arresi torna in campo la squadra di David Suazo, con il rinforzo d’esperienza in avanti rappresentato da Samuele Curreli (classe 1988), una vita da goleador di provincia e pronto a misurarsi con la Quarta serie. Basterà il suo innesto per regalare concretezza a questo Carbonia? Già domenica si avrà la prima risposta, contro il Cassino reduce da 4 sconfitte di fila e già ko contro Torres e Arzachena. I minerari – che da settimane fanno il conto alla rovescia per il ritorno allo Zoboli – proveranno a trovare la prima vittoria stagionale e dare finalmente il La al proprio campionato, dopo diverse delusioni a livello di risultati dato che, sul piano del gioco, i biancoblù hanno dimostrato fin qui di poter esprimere un bel calcio, ancora però poco concreto.

Aprilia-Lanusei

Chiudiamo il nostro focus con gli ogliastrini, vogliosi di tornare in campo dopo il rinvio di domenica. Certo, la trasferta di Aprilia non sarà delle più semplici, dato che la vicecapolista è l’unica squadra imbattuta del girone G insieme al Giugliano, grazie a 5 vittorie e un pareggio. Il tecnico Campolo proverà a scuotere i suoi ragazzi, ancora alla ricerca del primo successo in questo campionato, in attesa di fare il ritorno al Lixius già dal prossimo match interno contro il Gladiator dell’ex Momo Varela. Così come per Carbonia e Latte Dolce, anche i biancorossoverdi sono alle prese con il problema gol segnati (soltanto 2 nelle prime 5 giornate): chissà che D’Alessandris e compagnia non si sblocchino proprio contro i biancocelesti di Galluzzo.

Francesco Aresu

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti