agenzia-garau-centotrentuno
strootman-pejo-cagliari

Strootman ha già conquistato Cagliari: centrale nel gioco di Semplici

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Non chiamatelo ultimo arrivato. Perché Kevin Strootman il rossoblù sembra averlo cucito addosso da tempo. Centralità nel gruppo, tempi di intervento, grinta e tecnica in mezzo al campo. Così l’olandese volante si è già preso il Cagliari. E Leonardo Semplici, ora, è pronto a costruire attorno al suo nuovo veterano l’undici sardo che verrà.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Esperienza
“Mi ha chiamato il presidente Giulini per spiegarmi le ambizioni, i suoi progetti e gli obiettivi per i prossimi anni. Per questo ho scelto la Sardegna”. Parole chiare pronunciate da chi al centro del progetto sembra esserci da tempo. E non poteva di certo essere altrimenti per l’olandese, navigatissimo trentunenne da 120 presenze in Serie A tra Roma e Genoa e 132 gettoni in Eredivisie. Una parte soltanto di un curriculum ben più lungo fatto – tra l’altro – di 46 sfide con la sua nazionale.

Vera e propria rivelazione della seconda parte di stagione del Grifone, l’ex PSV atterrato in Sardegna con la formula del prestito dal Marsiglia ha fatto registrare una valutazione media WhoScored di 6,83 nelle 18 partite giocate in Liguria. Un dato al quale si sommano un ottimo 1,3 alla voce passaggi chiave per match e un 84,1% alla casella palloni destinati con successo sui piedi dei compagni. Statistiche chiare e semplici per chi, di Semplici, è già certezza e pilastro su cui costruire il Cagliari formato 21-22.

In campo
“Dove il mister mi mette sono contento. Voglio solo giocare”. Altra dichiarazione chiave. Parole che sintetizzano innanzitutto il sì incondizionato alla chiamata alle armi rossoblù dell’allenatore toscano. Con Marko Rog a caccia del totale ripristino della sua forma fisica dopo il crack al ginocchio della scorsa stagione, ecco infatti la candidatura di Strootman a grande protagonista nel probabile duo di centrocampo sardo. Un reparto, quest’ultimo, in cui continuerà a brillare senza dubbio la giovane stella di Razvan Marin, cominciata a scintillare di luce propria in una seconda parte di stagione 20-21 che, dopo gli sfortunati tentativi di adattamento al ruolo di regista, lo ha visto esplodere nella posizione più familiare di mezzala.

Accanto al croato Rog o al fianco del rumeno ex Ajax, dunque. Questione di forma fisica e predisposizione agli schemi “sempliciani”. Ciò che emerge dal precampionato del Cagliari è, in ogni caso, la già evidente centralità di Strootman negli schemi del tecnico ex Spal. Un 3-4-1-2 in cui l’olandese vuole offrire garra, assist, tecnica e visione di gioco alla propria squadra. Per proseguire sulla scia delle ottime prestazioni in maglia Genoa e far volare un Cagliari che, nonostante l’attuale distanza geografica da Pejo, sembra essere già “suo” da tempo. E allora non chiamatelo ultimo arrivato. Kevin Strootman è pronto ad una nuova sfida.

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti