Supercoppa | Le avversarie della Dinamo, Meo cerca un nuovo miracolo con la Fortitudo

Un profilo sulle squadre più accreditate per la vittoria della Supercoppa Italiana: Lello Stelletti ci descrive le possibili avversarie della Dinamo Sassari. 

Dopo un paio di ottime stagioni a Cremona, con tanto di Coppa Italia conquistata a Firenze nel 2019, Meo Sacchetti si è seduto sulla panchina della Fortitudo Bologna. L’ex coach della Dinamo scudettata e commissario tecnico della nazionale è sembrato evidentemente stuzzicato dalla proposta bolognese: la dirigenza fortitudina, infatti, pur non potendo competere a livello economico con la controparte della Virtus, ha messo in mano a Sacchetti un roster di tutto rispetto.

La prima uscita stagionale vede la Fortitudo affrontare nel girone di Supercoppa italiana la nuova Reggio Emilia affidata ad Antimo Martino, che schiera giovani di belle speranze come Cham e Diouf al fianco di veterani del calibro di Blums e Kyzlink. Come dicevamo, però, il mercato ha portato in dote alla Fortitudo giocatori del calibro di Banks – miglior marcatore dello scorso campionato – e Happ, centro esploso l’anno scorso proprio sotto la guida di Sacchetti a Cremona. E sono proprio i due americani a trascinare la F che tuttavia soffre la combattività dei rivali reggiani, in particolare di un Taylor particolarmente ispirato. Bologna, perlomeno per quanto riguarda la difesa, sembra aver già assunto le sembianze di una squadra di Sacchetti, spesso in sofferenza contro difese particolarmente fisiche e con giocatori alla Candi, pronti a buttarsi su ogni palla vagante. In attacco, si vedono i classici attacchi rapidi nei primi secondi di possesso, ma la serata è pessima se si guardano le statistiche sul tiro da tre. Questa carenza si farà sentire: finisce 90-85 per Reggio. Meo stecca la prima ma ha sicuramente tanto potenziale su cui lavorare.

Lello Stelletti 

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti