agenzia-garau-centotrentuno
ruocco-torres

Torres: da Ruocco a Salvato, quelle scommesse che possono essere l’arma in più

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Potere ai piccoli! Nel famoso cartone animato Scooby-Doo c’era un piccolo cagnolino chiamato Scrappy-Doo che, armato di forza di volontà e coraggio, a suon di pugni affrontava i fantasmi o i mostri che insieme al suo gruppo si ritrovava di fronte. Allo stesso modo la Torres fresca di ripescaggio in Lega Pro ha scelto di partire dalla conferma della forza di volontà, l’estro e il coraggio di alcune giovani scommesse in queste estate ricca di imprevisti. Giovani rinnovi che però saranno le fondamenta dalle quali ripartire per la prossima impegnativa stagione in Serie C. Con la squadra di Alfonso Greco che intanto dopo la pausa della domenica riprenderà domani (8 agosto) con gli allenamenti e ufficializzerà anche i primi colpi di mercato.

Salvato il giovane veterano della D

Iniziamo dalla porta e da Alessio Salvato. Per lui 20 anni a novembre, più di 125 presenze in Serie D con 45 reti inviolate (secondo i dati di Transfermarkt), un super under per la quarta serie che si affaccia per la prima volta al professionismo. Ultime due stagioni di alto livello, in quella 2020-21 l’estremo difensore di Ladispoli aveva conquistato la promozione in Serie C, vincendo il campionato con il Monterosi e venendo eletto come miglior portiere della D. Salto di categoria solamente sfiorato, infatti nell’estate 2021 è arrivata la chiamata dalla dirigenza torresina che ha deciso di affidare, all’allora diciannovenne Salvato, le chiavi della porta dei sassaresi. Ora in seguito ad un anno nel quale ha totalizzato (tra campionato, coppa e playoff) 34 presenze e 20 clean sheet e dopo aver solamente annusato la Serie C potrà giocarla da protagonista. Un salto importante per il portiere rossoblù che ora è chiamato a dimostrare anche tra i professionisti quanto fatto nei precedenti anni nella quarta serie nazionale.

Questione difesa, Riccardo Pinna e Ferrante dietro gli “intoccabili”

Se Antonelli e Dametto sono un po’ come Frank Nitti e Al Capone nel film “Gli Intoccabili“, subito dietro di loro ci sono Lorenzo Ferrante e Riccardo Pinna, rispettivamente classe ’97 e ’00. I due centrali nella passata stagione si sono rivelati degli affidabili sostituti quando, soprattutto nel finale di campionato a volte per infortunio e a volte per delle squalifiche, i due ministri della difesa rossoblù hanno dovuto alzare bandiera bianca. Anche per l’ossatura difensiva quindi è una Torres che ha deciso di dare fiducia al giovane Pinna e al lottatore Ferrante, confermando chi nella passata stagione è stato tra i maggiori protagonisti della vittoria playoff contro l’Afragolese che ha permesso di essere ai primi posti della graduatoria per il ripescaggio. Nonostante il totale delle presenze tra i professionisti sia pari a zero sia per Riccardo che per Lorenzo.

La scommessa Samuele Pinna, il jolly

C’è chi anche durante la scorsa stagione nonostante sia partito dalle retrovie delle gerarchie di Alfonso Greco, con umiltà e lavorando a testa bassa, si è creato uno spazio e nel finale di campionato è diventato un vero e proprio jolly per il tecnico romano. Stiamo parlando di Samuele Pinna, classe 2001 che nella scorsa stagione ha totalizzato 25 presenze tra Coppa Italia, campionato e playoff mettendo a segno 5 gol e sfornando 2 assist. Quello che stupisce della passata annata del giovane sassarese non sono sicuramente i numeri, ma l’escalation che durante la stagione il centrocampista rossoblù ha avuto. Tanta grinta abbinata a qualità ed estro che hanno esaltato i sassaresi anche in alcuni momenti grigi del campionato. Un vero e proprio asso nella manica da giocare per Alfonso Greco, considerando che a livello tattico può agire sia da mezzala offensiva che da esterno d’attacco. Al momento le alternative a disposizione del tecnico ex Lanusei sono tante, però la sua duttilità e la voglia di ritagliarsi un ruolo che lo veda partecipe per più di uno spezzone di gara  aiuterà Pinna anche durante il prossimo campionato tra i pro.

A tutto gas con Ruocco

A tutta birra con Francesco Ruocco! E no, non ci riferiamo alla festa promozione del Vanni Sanna, ma alle caratteristiche della giovane ala campana che l’anno scorso si è fatta notare per i suoi strappi e la sua qualità negli ultimi 25 metri del campo. Francesco Ruocco, anche lui classe 2001, ma a differenza del compagno di squadra Samuele Pinna può vantare nel suo curriculum 14 presenze e due gol in Serie C con la maglia della Giana Erminio. Nella passata stagione ha iniziato nelle retrovie per poi conquistarsi un posto da titolare nella seconda metà del campionato, fino ad essere confermato come vero e proprio protagonista in vista della prossima stagione in Serie C. Anche perché è stato assoluto attore principale dei playoff vinti dalla Torres. Per l’attaccante rossoblù il prossimo anno sarà un vero e proprio banco di prova e avrà la responsabilità di ispirare le manovre offensive dei sassaresi.

Andrea Olmeo

 

TAG:  Serie C Torres
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti