agenzia-garau-centotrentuno

Torres, la giornata più lunga: inizia la difesa al Tar di Campobasso e Teramo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Il giorno più lungo per la Torres. In mattinata è iniziato l’ultimo passaggio al Tar del Lazio per i ricorsi di Campobasso e Teramo in seguito all’esclusione della Covisoc dal prossimo campionato di Lega Pro. I sassaresi sono alla finestra e attendono nuove dagli uffici per capire se alla fine sarà ripescaggio in Serie C o meno.

Contesto
I rossoblù sono secondi in graduatoria, primi per club di Serie D (tra quelli di C c’è la Fermana), e hanno bisogno al momento dell’esclusione di Teramo e Campobasso per sperare di tornare d’ufficio tra i professionisti. Una sola esclusione in modo definitivo non basterebbe. Di base al momento infatti la Lega Pro non ha espresso la volontà evidente, salvo ripensamenti nelle prossime ore, di allargare il numero di partecipanti del prossimo campionato alle ripescate e poi in caso aggiungere le eventuali vincitrici al Tar. Se si fosse seguita questa strada lo scorso 28 luglio nel Consiglio Federale di Roma sarebbero già state ufficializzate le squadre ripescate, invece è stata fornita solo la graduatoria finale, dopo che il Tar del Lazio aveva accolto la domanda di sospensione ai ripescaggi portata avanti da Teramo e Campobasso. Va detto che se entrambi questi due ultimi club perdessero al Tar del Lazio potrebbero ancora, a livello di giustizia ordinaria dopo aver sempre perso in quella sportiva, rivolgersi al Collegio di Stato con i tempi che però si allungherebbero oltre il necessario per creare la nuova stagione, definire i gruppi e stilare i calendari. Infatti in caso di porta chiusa dal Tar e di vittoria al Collegio di Stato per Teramo e Campobasso la Torres non avrebbe ripercussioni in Lega Pro, in quanto entro il 4 agosto la terza serie compilerà i calendari e considererà solo le squadre in regola per quella data.

Giornata X
Alle 8.45 di questa mattina, 2 agosto, gli avvocati difensori, che sono gli stessi per Teramo e Campobasso e sono guidati dall’esperto di giustizia sportiva Di Cintio, hanno consegnato i vari documenti relativi ai due club e nelle prossime ore discuteranno i motivi per cui il Tar del Lazio dovrebbe stravolgere le decisioni della giustizia sportiva e considerare nulle le riflessioni della Covisoc tanto da riammettere in Lega Pro o entrambe o una tra Teramo e Campobasso. Va detto che oggi è prettamente una giornata di discussione e presentazione della difesa, in teoria per il verdetto del Tar potrebbero servire 1-2 giorni da prassi. Perché ci sarà una riunione interna post sessione difensiva nelle successive ore. Visti i tempi stretti però è possibile possa trapelare verso gli uffici della terza serie qualche prima indicazione sulla giornata odierna e sulla direzione che intende prendere il Tar del Lazio. Cosa succede se Teramo e Campobasso o anche solo una vince al Tar? Di fatto la Torres sarebbe costretta a ripartire con la costruzione della squadra per la Serie D, in maniera particolare trovando gli Under necessari in quarta serie. Ma soprattutto la società sassarese potrebbe fare a sua volta ricorso contro la decisione perché in seguito alla domanda di ripescaggio presentata regolarmente il 19 luglio e accolta il 28 luglio, e come conseguenza delle decisioni della giustizia sportiva, ha fatto una serie di investimenti volti al salto d’ufficio tra i professionisti. Un passaggio che comunque allungherebbe tantissimo i tempi necessari per la Lega Pro, con l’impressione che la giornata di oggi possa essere davvero l’ultima per le lunghe attese rossoblù, in un senso o nell’altro.

Roberto Pinna

TAG:  Serie C Torres
 

Al bar dello sport

11 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti