Zenga fa le prove di Serie A: 2-1 alla Sardegna Arena

Partita vera alla Sardegna Arena a una settimana esatta dalla ripresa in Serie A del Cagliari, sabato prossimo alle 21.45 a Verona contro l’Hellas.

Walter Zenga ha simulato una serata in stile partita di campionato in ogni minimo dettaglio: incontro con i ragazzi ad Asseminello al pomeriggio, merenda tutti insieme e poi via alla Sardegna Arena. Qui due tempi da 45 minuti come in Serie A, senza sconti e provando gli schemi e le idee di gioco testate anche in queste settimane di allenamenti collettivi. L’Uomo Ragno comunque ha lasciato diversi giocatori a riposo a causa di una serie di dolorini, tipici di queste settimane di lavoro intenso con la ripresa della Serie A così vicina. Oltre a Nainggolan e Oliva che hanno continuato le terapie, il primo per una distrazione di primo grado al muscolo soleo del polpaccio destro e il secondo per una botta alla caviglia destra, hanno lavorato a parte sia Ionita, per un lavoro di scarico a causa di un leggero affaticamento muscolare, e Daniele Ragatzu, anche lui per una botta alla gamba destra.

Partita tra rossi contro blu alla Sardegna Arena sotto gli occhi del presidente Tommaso Giulini, del direttore generale Mario Passetti, del direttore sportivo Marcello Carli e di Andrea Cossu e anche del responsabile del settore giovanile Pierluigi Carta. E non a caso questa sera a differenza delle altre partitelle interne i 9 Primavera rossoblù hanno giocato tutti. Sfida vinta 2-1 dai blu con le reti di Simeone e Pellegrini da una parte e Paloschi dall’altra. Anche a causa delle tante assenze Zenga ha un’altra volta cambiato i piani tattici per quanto riguarda il modulo. Rispolverata la difesa a 4 con gran parte della gara giocata con un 4-3-3 contro un 4-3-1-2.

Francesco Aresu

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti