Albertosi: “Senza l’infortunio di Riva avremmo vinto anche nel ’71”

Il portiere dello Scudetto del Cagliari Ricky Albertosi è stato intervistato da Avvenire a pochi giorni dal cinquantesimo anniversario dello Scudetto.

“Era un gruppo straordinario. Una squadra a cui nessuno aveva dato credito, in una Sardegna bistrattata da tutti, conosciuta solo per rapimenti e banditismo. Il segreto di quella vittoria? Una grande difesa con appena 11 gol subiti con l’intuizione di Scopigno di spostare Cera libero per l’infortunato Tomasini. Poi Riva fu spesso decisivo, siamo rimasti grandi amici e siamo stati compagni di stanza anche al Mondiale. Senza il suo infortunio avremmo fatto il bis l’anno successivo allo Scudetto. Scopigno? Un grande uomo che privilegiava il dialogo, non dava quasi mai ordini. Conosceva la mentalità dei giocatori e li responsabilizzava. L’Amsicora? Uno stadio ideale e a misura d’uomo, ti faceva sentire il calore dei tifosi. Passando al Sant’Elia più grande perdemmo un po’ di questo. Un altro Scudetto a Cagliari? Sarebbe bellissimo, soprattutto in un momento da incubo come questo che stiamo vivendo”

AL BAR DELLO SPORT

guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mario
Mario
06/09/2020 17:23

Io penso che quel Cagliari non solo avrebbe vinto lo scudetto 70-71, ma anche il 71-72 e forse anche quello dopo, e in Coppa Campioni poteva arrivare in finale come fece l’Inter l’anno dopo il Cagliari che poi perse con l’Aiax, se ci riusci quell’Inter a maggior ragione ci sarebbe riuscito quel Cagliari, ma l’imprevisto infortunio di Vienna ci ha tolto queste gioie, e tutto per la nazionale.