Algarve, Aru staccato sull’Alto da Foia

Fabio Aru perde altro terreno dagli avversari alla 45ª edizione della Volta ao Algarve.

Il villacidrese ha concluso staccato di 1’19” nella seconda frazione con l’arrivo montano dell’Alto de Foia: la UAE Emirates può comunque consolarsi col successo della giovane promessa slovena Tadej Pogacar che ha fatto il doppio colpo, conquistando vittoria di tappa e maglia di leader.

La cronaca: L’azione iniziale di  William Barta (CCC Team), Olivier le Gac (Groupama-FDJ), Brian van Goethem (Lotto Soudal), Rafael Reis (W52-FC Porto), Bruno Silva (Efapel) e Jesús Nanclares (Miranda-Mortágua), è stata annullata a circa 60 km dal traguardo: sul Pomba (3,8 km a 7,6% medio) ha preso vantaggio una coppia formata da Amaro Antunes e Ricardo Zoidl entrambi della CCC, inseguita da un quartetto e dal gruppo che ha lasciato andare inizialmente i due uomini in maglia arancione. La Deceunick-Quickstep ha fatto un gran ritmo in testa al plotone principale e il gruppo è tornato compatto in vista della salita finale di Foia: la SKY ha preso il comando delle operazioni in salita scremando il gruppo. Il Cavaliere dei Quattro Mori si è staccato ai -4 km, senza però mai mollare completamente il colpo, rimontando nel finale e conquistando la 19ª posizione: Aru ha limitato il ritardo a 1’19” dal giovane compagno di squadra Tadej Pogacar, vincitore a sorpresa della tappa e nuova maglia oro della corsa. Alle spalle dello sloveno si sono piazzati l’olandese Wout Poels e lo spagnolo Enric Mas che lo seguono nella generale. Venerdì 22 febbraio, altra tappa fondamentale della corsa portoghese, con la cronometro di Lagoa su un percorso vallonato di 20,3 km.

TAGS: