Aru: “Finalmente nel vivo di una gara”

Una buona prestazione più che il risultato in sé al GP di Lugano (22º assoluto e non 12º come riportavano le prime classifiche) hanno riportato il sorriso sul volto di Fabio Aru.

Intervistato a fine gara da La Gazzetta dello Sport, il villacidrese ha espresso la sua felicità: “Abbiamo fatto una buona prova di squadra (doppietta con Ulissi e Riabushenko ndr) ed è andato tutto secondo programmi. Mi mancava il calore delle corse, stare in gruppo è una sensazione totalmente diversa rispetto all’allenamento: dopo un giro mi sono sentito a mio agio: sono piacevolmente sorpreso ed emozionato perché nell’ultimo anno e mezzo non sono mai riuscito a restare nel vivo di una gara. L’intervento? Ho riassorbito un ematoma in 10-15 giorni nella zona inguinale, ma ora va tutto bene”.

Il sardo ha poi svelato quale potrebbe essere il nuovo programma stagionale: “Stiamo valutando se fare il Giro di Slovenia oppure il Giro di Svizzera, decideremo molto presto: dopo ci sarà il campionato italiano, poi il Giro di Polonia e la Vuelta”.

TAGS:

Sponsorizzati