agenzia-garau-centotrentuno
ciclismo-fabio-aru

Aru: “Io al Giro? Non mi dispiacerebbe”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sono giorni di decisioni nelle squadre ciclistiche per impostare gli impegni della nuova ultracompatta stagione UCI: Fabio Aru ha parlato al Corriere della Sera di qualche probabile obiettivo del 2020.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Il ciclista di Villacidro, reduce da degli allenamenti sulle strade del Sestriere insieme agli altri italiani Vincenzo Nibali, Diego Ulissi e Alberto Bettiol, avrebbe dovuto inizialmente partecipare al Tour de France insieme a Pogacar, ma ora i programmi della UAE potrebbero cambiare: “A breve la squadra deciderà come e dove impiegarci, cercando ovviamente di far correre tutti. Io sono a disposizione: ovunque mi spediranno sarò felice. Tengo molto a Sanremo e Liegi e se invece del Tour decideranno di mandarmi al Giro non sarò certo dispiaciuto: è una corsa bellissima. La tappa del Sestriere (24 ottobre con Izoard e Col dell’Agnello ndr) é da leggenda e potrebbe non risentire della stagione avanzata. So che devo dimostrare di meritare un contratto nuovo — ha concluso il sardo — e non vedo l’ora di poterlo fare”.  I programmi del Cavaliere dei Quattro Mori e della UAE quindi potrebbero cambiare, come avevamo ipotizzato qualche giorno fa, chissà che non sia proprio il rosa di nuovo nel futuro di Aru.

TAG:  Fabio Aru
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti