Fabio Aru | Foto Bettini - UAE Emirates

Aru: “Non so cosa sia successo, non mi merito questo”

Fabio Aru ha commentato così il suo ritiro dal Tour de France ai canali ufficiali del Team UAE Emirates.

Il villacidrese ha dichiarato:“Non so proprio cosa mi stia succedendo, non ho risposte e questa cosa mi fa soffrire. MI ero avvicinato a questo Tour de France in punta di piedi, ma conscio che avevo lavorato bene. Non per fare classifica, ma per aiutare Tadej nel migliore dei modi e magari, chissà, prendere qualche soddisfazione personale qualora si fosse presentata l’occasione. Venivo da una serie di incoraggianti prestazioni, in una parabola crescente, eccetto la giornataccia del Lombardia. Anche i dati mostravano ottimismo nel ritorno ad una condizione che mi permettesse di fare buone prestazioni, sicuramente i migliori degli ultimi 3 anni.  Anche ieri, parlando col medico della squadra, gli dicevo che avevo sensazioni crescenti, e che ero fiducioso per il proseguo della corsa. Ora sono qua, a terra, senza capirne il motivo.  Non mi merito questo perché sono sempre stato un professionista esemplare e il mio impegno massimo. Non si merita questo neanche la squadra e soffro tantissimo nel non poter dare il mio contributo come programmato. Il mio futuro? Beh adesso non ci penso. La botta è ancora troppo calda”.

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
dedeedera
dedeedera
07/09/2020 18:24

Il ciclista sa bene che i risultati nel ciclismo arrivano per una buona percentuale dalla condizione psichica, l’allenamento non si fa solo stando in piedi sui pedali ma in caso di difficoltà anche sdraiati sul lettino di un bravo psicologo.

Sergio
Sergio
07/09/2020 17:43

In gamba Fabio, sei e sarai sempre il nostro gioiello. Auguri

ugo
ugo
06/09/2020 21:42

Fabio sono cose che capitano, non ti buttare giù sei sempre un campione. Mantieni la fiducia, con un po’ di tempo e pazienza son convinto che ti riprenderai e tornerai a darci soddisfazioni.
Orgogliosi di te

Riccardo
Riccardo
06/09/2020 21:04

Fabio puoi darti mille risposte ma purtroppo non sei più tu. Dispiace dirlo ma la tua carriera è in fase calante. Grazie cmq per averci fatto sognare. Adesso evita di fare figuracce e dedicati solo alle classiche. Mi ricordi molto un certo Cunego…