agenzia-garau-centotrentuno
serie-d-sardegna-arzachena-cerbone

Arzachena, Cerbone: “Siamo vivi, oggi non posso dire nulla ai miei”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il mister dell’Arzachena Raffaele Cerbone ha commentato la sconfitta con la Nocerina nel post-partita.

“Il raddoppio della Nocerina nel nostro momento migliore? Il calcio è questo, ti puoi esprimere male nel primo tempo ma poi abbiamo cambiato modo di giocare e li abbiamo messi in grandissima difficoltà. Non siamo stati fortunati. Il palo, il pallone sulla linea…non posso dire niente ai ragazzi. Diventa difficile commentare una partita del genere, ci sta perdere ma non in questo modo. La squadra è viva, più che viva. Non so quanti siano venuti qui mettendo la squadra in aria. Abbiamo incontrato una squadra forte, esperta, di categoria. Noi siamo meno esperti in alcuni settori del campo. C’è delusione perché in partite come queste, se fai un secondo tempo del genere devi fare punti. Nella ripresa siamo andati a prenderli più alti, abbiamo deciso di far giocare solo il loro portiere e non i centrali esperti che hanno. Li abbiamo messi in difficoltà. Tuttavia, non abbiamo fatto gol”.

“Al momento facciamo tante cose bene ma non portiamo a casa punti– prosegue l’allenatore-. Questa è una cosa difficile per chi non vede la partita. Io farò rivedere il secondo tempo ai miei giocatori per fargli capire cosa abbiamo fatto in casa della Nocerina. Gli under? Domenica scorsa abbiamo chiuso con 8 Under. Se qualcuno pensa che ciò non possa incidere dal punto di vista dell’esperienza non conosce la categoria. Oggi abbiamo chiuso con 6 under, su 20 in lista 13 erano under. Ma questo non significa nulla. Abbiamo under che non sono abituati a questa categoria ma dobbiamo farli abituare. In ogni caso, gioca chi merita, al di là della carta d’identità. Sono comunque ragazzi che devono sbagliare per poter crescere e questo noi non possiamo permettercelo tanto. Partita di oggi simile alle ultime due? Le altre sono state gare dominate, abbiamo pagato degli episodi. Oggi il campo ha detto che siamo cresciuti anche dal punto di vista fisico. Abbiamo giocatori che non si sono allenati per tanto tempo causa Covid. Io mi assumo le mie responsabilità come è giusto che sia però sono ottimista. La classifica inizia a dar fastidio ma ci siamo e il campo ha detto questo. Se uno è superficiale e guarda solo il risultato sbaglia. Io vedo la squadra durante la settimana e oggi ho avuto delle risposte importanti”

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti