agenzia-garau-centotrentuno
cerbone-arzachena-latina

Arzachena, Cerbone: “Una sconfitta che ci aiuta a crescere”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

“Siam partiti troppo scarichi per giocare una partita di questa importanza”. Non si nasconde come sempre mister Raffaele Cerbone al termine della partita persa per 4-2 dalla sua Arzachena contro il Formia.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

“Nel primo tempo siamo stati sottotono e il Formia ha trovato il meritato vantaggio. Abbiamo avuto una reazione, anche di nervi, nel secondo tempo e abbiamo rimesso in piedi una partita complicata, come son tutte le partite visto che non ci sono mai partite semplici. L’abbiamo rimessa in piedi ma a quel punto lì sarebbe stato più consigliabile accontentarsi del punto, visto che avevamo dato tutto sul punto di vista fisico”.  Difficile altrimenti, d’altronde, con un calendario fitto come quello degli smeraldini nell’ultimo mese con la settima partita in 21 giorni: “Abbiamo anche diverse assenze, giocatori importanti che vengono in panchina solo per far numero e anche nell’economia dei cambi alla fine abbiamo pagato”.

A parziale sollievo per la sconfitta possono esserci i risultati degli altri campi, in particolare la sconfitta del Nola che avvicina il traguardo della salvezza: “Io devo guardare oltre, è chiaro che guardiamo la classifica ma io devo guardare il quadro generale e devo dire che oggi per la prima volta abbiamo pagato dal punto di vista fisico. Devo dire proprio questo: nelle precedenti partite avevamo tenuto bene, oggi abbiamo pagato. Noi non dobbiamo guardare gli altri e stare lì ad aspettare che facciano brutti risultati, dobbiamo pensare a salvarci bene. Certo, sarebbe importante recuperare qualche giocatore per poter fare qualche cambio in più”.

Non aiuta di certo il calendario, visto che mercoledì è di nuovo tempo di campionato, contro la Vis Artena: “Sappiamo che incontriamo una squadra forte, al momento in una situazione di difficoltà ma questo è un campionato strano dove tutto cambia velocemente. Sicuramente incontriamo una squadra forte e d’altro canto noi giochiamo l’ottava partita ogni 3 giorni quindi, ripeto, spero di recuperare qualche ragazzo anche per far riposare gli altri, perché altrimenti diventa un problema reale arrivare 11. Comunque non dobbiamo guardare gli altri, anche perché così non cresci. Dobbiamo pensare a fare punti, non importa come e non importa contro chi per salvarci e migliorare. Oggi è una brutta sconfitta ma ci può stare e ci aiuta a crescere”. 

Claudio Inconis

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti