agenzia-garau-centotrentuno

Arzachena, Nappi: “Possiamo migliorare quanto fatto nella scorsa stagione”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Archiviate le prime due settimane di lavoro in quel di Tempio, il mister dell’Arzachena Marco Nappi ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale della società smeraldina che vi riportiamo di seguito.

Mister Nappi, prime due settimane di ritiro che sono volate, quali sono le sensazioni che le ha lasciato la squadra in termini di lavoro?
Positive, come sempre. I ragazzi hanno lavorato molto di più dello scorso anno, avendo iniziato prima. Abbiamo tutto il tempo per poter mettere una base importante sul piano fisico. Per il momento ho messo un po’ di più da parte la tattica, visto che la squadra è in gran parte quella dello scorso anno, mi
interessa molto di più, in questo momento, fare al meglio la fase atletica. Posso dire che sono state due settimane super positive, i ragazzi hanno lavorato molto bene.

 L’Arzachena è reduce da una stagione più che positiva, nonostante all’inizio pochi credevano nella squadra; lei però ci ha sempre creduto e il risultato raggiunto, la Semifinale Play-off, è stato importante. Quali sono le ambizioni per questa nuova stagione?
Le ambizioni sono quelle di migliorare il risultato ottenuto nella passata stagione, perché ne abbiamo le capacità e le possibilità per farlo. Come dico dallo scorso anno, questa è una squadra che ha grandi valori; lo ha dimostrato nella scorsa stagione e me lo sta confermando in questa fase di ritiro. È una
squadra consapevole dei propri mezzi e che sa quello che vuole. Noi, insieme alla società, vogliamo i primi posti della classifica. Giocheremo sempre per vincere la partita.

3) Un gruppo con molte conferme, 16 per l’esattezza. Una cosa che si vede raramente nel mondo del Calcio, sinonimo di una progettualità importante che sta seguendo il suo corso. Ma anche nuovi innesti, tra i quali molti giovani. Quali sono le prime impressioni?
Si, come ho già detto, gran parte della squadra è stata confermata perché lo ha meritato. Gli innesti che sono arrivati sono molto validi; a cominciare dagli over fino ai tanti ragazzi scelti dal Direttore Zucchi che, come sempre, ha fatto un ottimo lavoro. Sono molto contento che mi ha messo a disposizione una
squadra di alto livello e dei giovani molto validi che sto cercando in tutti i modi di far inserire quanto prima nei meccanismi di gioco. Sono tutti ragazzi intelligenti, questo mi sta facilitando il lavoro e mi fa ben sperare per il proseguo della stagione.

Nel primo test contro il Calangianus, vinto per 2-4, abbiamo visto una squadra che gioca a memoria e che vuole imporre il suo stile, un calcio propositivo e verticale, dal primo all’ultimo minuto. Si vede chiaramente il frutto del lavoro portato avanti dall’anno passato; quanto è soddisfatto e quanto ancora può migliorare questa squadra?
Sono molto soddisfatto perché abbiamo messo in campo quanto preparato in allenamento durante il ritiro. I ragazzi veramente giocano a memoria e questo mi dà molta fiducia, anche i nuovi arrivati mi hanno dato estrema disponibilità. In particolare, Franco Bolo, il quale è già un giocatore importante con grandi doti tecniche, sta entrando nei meccanismi e ci permette di aggiungere grande qualità nel reparto offensivo. I nuovi giovani come Dicorato e Pischedda di grande prospettiva; ma anche i ragazzi del Settore Giovanile come Usai, Gala o Porcu, tutti calciatori promettenti che possono crescere con la squadra e se dimostreranno voglia e carattere potranno togliersi belle soddisfazioni. Poi abbiamo a disposizione ragazzi di esperienza e che giocano all’Arzachena da tanti anni e ci daranno una grande mano.

Si avvicina il primo match ufficiale della stagione, il 28 agosto si parte con la Coppa Italia. Prima però, arriva la Torres allo Stadio Biagio Pirina, fresca di approdo il Lega Pro, per un allenamento congiunto dal sapore speciale. È la partita giusta per alzare l’attenzione in vista dell’inizio della stagione?
Sì, sicuramente è la partita giusta. È una squadra costruita per la Lega Pro che mi piace da sempre incontrare, perché permette di valutare i miglioramenti della squadra, di affermare situazioni di gioco provate in allenamento. Ci tengo a ringraziare, quindi, il Direttore Zucchi per aver organizzato questo
allenamento congiunto e sarà un piacere per noi ospitare allo Stadio Biagio Pirina una società così importante, con un grande seguito di tifosi. È un appuntamento che può portare entusiasmo anche alla piazza di Arzachena e che ci prepara alla Coppa Italia alla quale noi teniamo molto.

La Redazione

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti