agenzia-garau-centotrentuno

Basket | A2 Femminile, il San Salvatore Selargius e coach Fioretto si separano

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Dopo due brillanti stagioni, le strade di coach Roberto Fioretto e del San Salvatore Selargius si separano. Il tecnico cagliaritano e la società selargina hanno deciso per la separazione, nonostante anche nell’ultima stagione le giallonere abbiano raggiunto, per la seconda volta consecutiva, i playoff promozione per l’A1, uscendo sconfitte dal confronto con Umbertide ai quarti di finale.

Il comunicato

Il club del presidente Marco Mura ha annunciato la separazione tramite i propri canali ufficiali. Una scelta in cui, secondo le parole del coach cagliaritano, ex di Cus Cagliari e Virtus, ha pesato a una visione non comune sulle prospettive future. Queste le parole della società selargina.

Dopo due stagioni si separano le strade del San Salvatore Selargius e di coach Roberto Fioretto. Il tecnico cagliaritano, infatti, non siederà sulla panchina giallonera nel campionato di Serie A2 2022/2023. Nella sua prima stagione al PalaVienna (2020/2021), Fioretto ha condotto la squadra selargina per la prima volta in assoluto ai playoff promozione: partito dalla posizione numero 7 in griglia, al primo turno ha eliminato la favorita Brixia, per poi arrendersi in semifinale a San Giovanni Valdarno. Nell’ultimo torneo, infine, ha migliorato il piazzamento al termine della regular season arrivando sesto, per poi uscire di scena ai quarti contro Umbertide.

“Non posso che ringraziare coach Fioretto a nome di tutta la società – fa sapere il presidente Marco Mura – resterà sempre nella storia del San Salvatore visti i risultati prestigiosi che ha saputo conseguire. Abbiamo deciso di intraprendere una strada diversa, ma non dimenticheremo l’ottimo lavoro che ha svolto nel nostro club”.

“Saluto a testa alta e con la coscienza a posto – afferma Fioretto – i risultati ottenuti sono sotto gli occhi di tutti. Ci sono stati alti e bassi, ma ho sempre provato a tirar fuori il massimo dalle giocatrici tutelando il gruppo in ogni circostanza. Le visioni future non collimavano e quando è così è giusto che le strade si dividano. Mi resterà il ricordo di due anni importanti condivisi con uno staff eccezionale e delle ragazze che non hanno mai mollato. Sono felice di aver contribuito a portare il San Salvatore dove non era mai stato prima, e mi auguro che la società possa togliersi soddisfazioni ancora maggiori in futuro”.

Il favorito per succedergli sulla panchina giallonera sarebbe Righi: l’ex tecnico di Broni, secondo quanto riportato da BasketInside, è il favorito numero uno per il ruolo di head coach.

La Redazione

TAG:  Basket
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti