agenzia-garau-centotrentuno
mazzarri-cagliari

Bologna-Cagliari, Mazzarri: “Più logica e organizzazione, la difesa sta migliorando”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
eclipse-cagliari

Domenica di conferenza stampa per Walter Mazzarri che ha presentato così il monday night tra Bologna e Cagliari che chiude la giornata numero  11 della Serie A.

segui la diretta testuale della partita con gli aggiornamenti automatici (senza ricaricare la pagina)

a cura di Matteo Zizola

TERMINA LA CONFERENZA STAMPA 

Sulle decisioni arbitrali, ripercussioni per Bologna? Io spero che non ci sia bisogno di parlare degli arbitri. Sul Var ci sono dei casi oggettivi che se l’arbitro, che può sbagliare, bisogna che far rivedere un episodio sia uguale per tutti. Un fatto di equità, non voglio pensare agli arbitri, dobbiamo spendere le energie per migliorare noi stessi.

Qual è il 20% che manca per diventare una squadra di Mazzarri? La squadra con il rientro dei titolari può guadagnare in qualità ma perdere in dinamismo? Io devo essere bravo a capire questo, quanto possiamo supportare gente di qualità e mantenere le qualità difensive. Sull’80% era un numero così, a me piacerebbe una fase attiva più brillante, avere più possesso palla, essere bravi a verticalizzare al momento giusto. La fase difensiva sta migliorando e si è visto contro la Roma che siamo stati più solidi, poi abbiamo fatto errori che ci sono costati anche i gol. Faccio un esempio, la prima in classifica ha preso meno gol di tutti, non ne ha fatto più di tutti. Dobbiamo essere più solidi, non sbandare, essere più organizzati e logici. Quando succede questo diventiamo più tranquilli e sicuri e così diventiamo più brillanti in attacco e possiamo avere più occasioni come contro la Roma.

Sui calci piazzati. Ci sto ragionando, mi sembrava prima fossimo più fragili. È vero che si è fatto qualche errore, ma contro squadre contro la Roma con tanti saltatori ci sta. Abbiamo lavorato anche su questi meccanismi, spero di vedere miglioramenti, ma per come siamo strutturati la difesa a zona credo sia la migliore soluzione, dobbiamo stare più attenti e saltare insieme all’avversario e non lasciarlo libero. È vero che la seconda linea si è schiacciata troppo, ci stiamo lavorando per migliorare e penso e spero di vedere presto i risultati. Con le barriere dobbiamo essere un po’ più smaliziati, far capire all’arbitro quando è troppo lontano come a Firenze. Dobbiamo essere più attenti a saltare al momento giusto comunque.

Cragno, come lo ha visto dopo le critiche? Cragno è una delle certezze del Cagliari, le partite a volte possono andare meglio e peggio. È un punto cardine, non mettiamogli pressione. Non ha fatto un miracolo, ma i due gol erano difficili. Non mettiamo carne al fuoco

Sulle parole di Mihajlovic e la vittoria necessaria. La classifica parla, che doveva dire Mihajlovic? Doveva dire così, è normale che vista la posizione dica così. Noi faremo di tutto per evitare che si avveri la sua speranza.

Bellanova confermato? Chi sta meglio tra i possibili recuperi? Sono tutti rientrati parzialmente in gruppo, domani ci parlerò. Su Bellanova sono contento del ragazzo, ho capito ci possiamo contare. Se Nández stesse bene per iniziare…Bellanova può fare più ruoli, però Nández in questo momento può essere parta dal primo minuto. Dipende dalla sua disponibilità. Gli infortunati è bene che partano dal primo minuto, non posso rischiare un cambio del cambio. Devo valutare bene in base a questi tre, quattro giocatori che valuteremo se sono a disposizione con loro e con il dottore.

Infermeria, situazione Keita. Pavoletti parte dall’inizio? Pavoletti è un centravanti con quelle caratteristiche. Domani farò la conta all’ultima rifinitura e chi mi darà la disponibilità di giocare, spero che gli acciaccati recuperino. In questo momento non è facile capire chi avrò a disposizione dall’inizio o comunque pronti per dare battaglia contro una squadra i cui numeri parlano per loro

​Sulle rimonte subite, problema fisico o di testa? Difficile dirlo da cosa sia dipeso, possono essere tutte le componenti ad aver inciso, le partite durano 90, 95, 96 minuti. Se siamo in vantaggio ci sono due linee di pensiero, io sono per chiudere la partita. Bisognerebbe non festeggiare, cercare di fare il secondo sfruttando la positività. In qualche partita abbiamo dato l’impressione di avere paura di vincere. Per poter gestire le partite bisogna avere tutti a disposizione, anche i cambi sono importanti. Noi dello staff cerchiamo di inculcare ai giocare di stare attenti su questo aspetto.​

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA

14:41 – Notizie dall’infermeria. Keita Balde lamenta una tonsillite, i tre uruuguaiani Godín, Nández e Caceres partiranno con la squadra ma il loro impiego resta in dubbio, Strootman recuperato, Dalbert, Walukiewicz e i lungodegenti restano ancora out

14:35 – Dieci minuti all’inizio della conferenza stampa del tecnico rosssoblù

14:11 – Ha già parlato di prima mattina Sinisa Mihajlovic: queste le sue parole in conferenza stampa

14:00 – Buon pomeriggio amici di Centotrentuno, tra 45′ vi racconteremo la conferenza stampa di Walter Mazzarri alla vigilia di Bologna-Cagliari.

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti